sabato 22 agosto 2009

sonno: il sonno riduce i rischi e sincronizza l'orologio biologico.


E' uno dei 125 misteri scientifici meglio custoditi dalla natura secondo la rivista Science.

Perche' si dorme? Secondo una nuova teoria il sonno aiuta gli animali ad aumentare l'efficienza e a ridurre il rischio.

Parola dello psichiatra Jerome Siegel, che ha descritto la sua ipotesi sulla rivista Nature Reviews Neuroscience.

Pipistrelli, uccelli, tartarughe e, ovviamente, uomini trascorrono un terzo della loro vita dormendo. La spiegazione piu' diffusa e' quella della ''manutenzione''. Pisolini e gran ronfate servono, secondo i neuroscienziati, a ''fare il tagliando'' al cervello consolidando la memoria e ''spazzando via'' i ricordi inutili. Per Siegel, pero', la motivazione e' un'altra: il sonno riduce i rischi e sincronizza l'orologio biologico.

Il sonno, spiega l'autore dello studio, ''e' sempre stato considerato come qualcosa di negativo'' dal punto di vista dell'evoluzione: gli animali sono piu' vulnerabili per i predatori e non svolgono funzioni vitali. Allora perche' dormire? Il sonno fa risparmiare energie al metabolismo del cervello ed e' velocemente reversibile quando ci sono delle ''minacce'' esterne. Negli esseri umani, infatti, il cervello costituisce solo il 2% del peso corporeo totale, ma assorbe il 20% delle risorse complessive. Secondo Siegel, questa ipotesi spiegherebbe anche perche' si cambia ''stile'' di riposo durante la vita. ''Quando siamo giovani abbiamo un alto tasso metabolico da 'risparmiare' con il sonno e ci sono altre persone che ci proteggono - spiega lo scienziato -. Da anziani il ritmo metabolico e' ridotto e si ha la responsabilita' di proteggere gli altri''.

Nessun commento:

Lettori fissi

Visualizzazioni totali