venerdì 23 ottobre 2009

Si tende sempre ad avere un atteggiamento più positivo verso le donne che «avvampano» in viso.


Si tende sempre ad avere un atteggiamento più positivo verso le donne che «avvampano» in viso.

Arrossire può avere i suoi vantaggi: sarebbe infatti un «trucco inconscio» che ci aiuta a essere perdonati per la situazione che ha creato imbarazzo.
È questo il significato dell'imbarazzo che si manifesta sul viso col rossore secondo uno studio di Corine Dijk dell'Università di Groningen in Olanda, pubblicato sulla rivista Emotion e riportato sul magazine Scientific American. Il rossore è un'espressione del viso prettamente umana che tradisce le nostre emozioni e che per alcuni può diventare un incubo a tal punto da richiedere terapie sia psicologiche sia chirurgiche, ovvero la rimozione del nervo che controlla la vasodilatazione del viso responsabile del rossore.

L'ESPERIMENTO - Gli esperti olandesi hanno proposto a 130 studenti varie storie di donne che avevano trasgredito qualche norma sociale (per esempio superato persone in fila) oppure si erano rese protagoniste, non volendo, di situazioni imbarazzanti (gettato il caffè per errore sulla giacca del capo). Queste storie erano corredate da foto di donne con varie tipologie di volto, alcune delle quali avevano un visibile rossore. Ai ragazzi è stato chiesto di giudicarle in base al loro operato e di dare un'impressione generale di ciascuna. È emerso che, inconsciamente, i partecipanti giudicano sempre in modo più positivo e come più affidabili le donne che in foto arrossiscono. Questo è un chiaro segno, affermano i ricercatori, che il rossore «si è evoluto» per aiutarci a spingere l'altro a perdonare i nostri errori.

Nessun commento:

Lettori fissi

Visualizzazioni totali