sabato 28 novembre 2009

INFLUENZA SUINA: NUOVA INFLUENZA il virus è mutato, due morti in Francia


Su due pazienti francesi deceduti dopo essere stati contagiati dall'influenza A/H1N1 è stata individuata la presenza di una mutazione del virus. Lo ha reso noto l'Istituto nazionale di vigilanza sanitaria.

L’influenza A ha ucciso quasi 8mila persone nel mondo e la malattia ha fatto registrare una preoccupante escalation in Europa, dove c’è stato un aumento di oltre l’85 per cento del numero delle vittime in una settimana. In Europa, l’influenza pandemica ha provocato finora «almeno 650 morti» (+300 in una settimana), secondo l’ultimo bollettino dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), pubblicato oggi mentre una recente mutazione del virus sta facendo salire ancora di più il livello di allarme.

L’Oms fa riferimento ad «almeno 7.826 morti» nel mondo dalla comparsa del virus lo scorso marzo-aprile, ossia più di un migliaio di nuovi decessi (+16 per cento) in una settimana. «La generalizzazione e la trasmissione crescente del virus pandemico sono state osservate attraverso l’Europa e la maggior parte dei Paesi (del continente) che non avevano ancora riscontrato nelle ultime settimane un’attività elevata di malattie influenzali hanno conosciuto un rapido aumento», ha osservato l’Oms, «Un’attività molto forte (del virus) è stata constatata in Svezia, in Norvegia, in Moldavia e in Italia» mentre la malattia ha già raggiunto un picco in Belgio, in Bulgaria, in Bielorussia, in Irlanda, in Lussemburgo, in Norvegia, in Serbia, in Ucraina e in Islanda, ha precisato l’Oms.

Ad aggiungere preoccupazione è arrivata anche la notizia che una forma mutata del virus H1N1, recentemente isolata in Norvegia, ha provocato due morti in Francia. La mutazione del virus, nota come "mutazione 222" «potrebbe aumentarne le capacità di raggiungere le vie respiratorie basse e in particolare a raggiungere il tessuto polmonare», ha spiegato l’Istituto francese di vigilanza sanitaria (InVS). «È un fattore di rischio, è più pericoloso, ma perché sia davero pericoloso, dovrebbe essere capace di passare da un soggetto a un altro», ha affermato alla radio francese Rtl il virologo Claude Hannoun, dell’Istituto Pasteur. Il continente americano resta complessivamente il più duramente colpito dalla pandemia con 5.360 morti registrati (+554 decessi), seguito dalla regione Asia-Pacifico con almeno 1.382 morti (+59). Il precedente mondiale bilancio dell’Oms riferiva di circa 6.750 morti in 206 Paesi.

Le vittime accertate della nuova influenza umana in Italia sono ad oggi 93, con una percentuale di morti in rapporto al totale dei malati dello 0,0030 per cento, contro lo 0,2 per cento delle vittime correlate alla normale influenza. Il governo intanto commenta senza preoccupazione la notizia del mutamento del virus in Francia. «Che il virus H1N1 potesse mutare lo sapevamo, non è una sorpresa.. Al momento attuale, i miei esperti mi dicono che non c’è da preoccuparsi» assicura il viceministro della Salute Ferruccio Fazio. «Non sono mutazione che poi si trasmettono come virus mutato - ha detto Fazio parlando a margine di un incontro oggi a Firenze -. Per il momento è solo la dimostrazione che il virus può mutare perchè ha una trasmissibilità elevata ed è molto contagioso. Bisogna prendere delle precauzioni che noi sin dall’inizio abbiamo avuto». A chi gli chiedeva se il vaccino è sempre valido, Fazio ha risposto: «si, il vaccino è sempre valido».

NESSUN RAPPORTO TRA I DUE - I due pazienti, portatori di una mutazione del virus recentemente segnalata in Norvegia, non avevano rapporti fra loro ed erano ricoverati in due città francesi differenti, ha precisato l'Istituto. Inoltre, per uno di loro si aggiunge «un'altra mutazione nota per conferire resistenza al Tamiflu». Si tratta del primo ceppo resistente in Francia fra i 1.200 analizzati fino ad oggi.

FAZIO: «NESSUNA PREOCCUPAZIONE» - «Che il virus H1N1 potesse mutare lo sapevamo, non è una sorpresa.. Al momento attuale, i miei esperti mi dicono che non c'è da preoccuparsi». Con queste parole, il viceministro della Salute Ferruccio Fazio, rassicura gli italiani: «Non sono mutazione che poi si trasmettono come virus mutato - ha detto Fazio -. Per il momento è solo la dimostrazione che il virus può mutare perché ha una trasmissibilità elevata ed è molto contagioso. Bisogna prendere delle precauzioni che noi sin dall'inizio abbiamo avuto». A chi gli chiedeva se il vaccino è sempre valido, Fazio ha risposto: «si, il vaccino è sempre valido».

OMS PRUDENTE - È «importante ma ancora non chiaro» per quanto concerne le implicazioni. Questo il prudente commento dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) alla notizia delle mutazioni del virus H1N1 riscontrate in Francia. «Questa mutazione è già stata osservata in altri Paesi. Pensiamo che sia interessante e importante ma ancora non chiaro per quanto concerne il significato per la salute pubblica», ha detto un portavoce dell'Oms.

LEGGI ANCHE:
INFLUENZA SUINA, NUOVA INFLUENZA, UCCIDE ANCHE CHI NON HA PATOLOGIE PREESISTENTI BASTI OSSERVARE COSA ACCADE IN GRAN BRETAGNA.

INFLUENZA SUINA, NUOVA INFLUENZA,COLPIRÀ 15 MILIONI DI ITALIANI, VACCINO A OTTOBRE

INFLUENZA SUINA: NUOVA INFLUENZA, IL VIRUS ORA RESISTE AI FARMACI

INFLUENZA SUINA: NUOVA INFLUENZA, ALLERTA PER LE GRAVIDANZE

INFLUENZA SUINA: nuova influenza, più di una varietà dell'A/H1N1

influenza suina: Un grande affare per le case farmaceutiche. La strana natura del virus. I piani di emergenza Usa

INFLUENZA SUINA: NUOVA INFLUENZA: CANADA, COMPLETATA PRIMA SEQUENZA GENETICA VIRUS

SINTOMI DELL'INFLUENZA SUINA

influenza suina: nuova influenza, IL VACCINO IN ITALIA SARà DISPONIBILE DAL 15 NOVEMBRE

INFLUENZA SUINA: NUOVA INFLUENZA, Un medico su tre teme effetti collaterali DEL VACCINO

sintomi nuova influenza comportamenti da seguire per non prendere e non difondere il virus. Quali sono i medicinali.

influenza suina: nuova influenza, risposte per evitare la paura

influenza suina: nuova influenza sintomi dell'influenza di tipo A. Domande e risposte
.

Nessun commento:

Lettori fissi

Visualizzazioni totali