lunedì 25 gennaio 2010

TBC, EPATITI E HIV PATOLOGIE PIU' DIFFUSE nelle CARCERI

Tubercolosi, hiv, epatiti e malattie dovute ai parassiti: sono queste le patologie piu' diffuse nelle carceri italiane. A fare il punto sulla situazione e' Angiolo Marroni, garante dei detenuti del Lazio, che spiega come ''il sovraffollamento sia il tramite principale per la diffusione delle malattie nei penitenziari italiani''. ''In carcere i detenuti si ammalano soprattutto di tubercolosi, epatite e scabbia, mentre circa il 30-35% nel Lazio e' tossicodipendente - spiega Marroni -. I numeri relativi all'Hiv - prosegue Marroni - sono invece sottostimati, ed e' tutta una questione burocratica. La legge sulla privacy, infatti, non impone il test ai detenuti, ma lo rende facoltativo, e in questo modo non e' possibile conoscere il numero reale di quanti sono affetti dalla patologia. Se al momento dell'ingresso nel carcere non dichiara di essere affetto da Hiv, non lo si puo' venire a sapere in altro modo.

Queste sono malattie - sottolinea il Garante - che caratterizzano tutti i penitenziari italiani''.

Nessun commento:

Lettori fissi

Visualizzazioni totali