mercoledì 24 marzo 2010

TBC: QUASI 2 MILIONI MORTI L'ANNO. oggi GIORNATA MONDIALE

La tubercolosi provoca nel mondo quasi 2 milioni di morti all'anno (5000 al giorno) con 9,4 milioni di persone contagiate solo nel 2008. E la malattia sembra piu' vicina con i mondiali di calcio in Sud Africa ''dove sono esposti al rischio di contagio, oltre a migliaia di famiglie sudafricane, qui la tubercolosi e' endemica, anche atleti, staff, autorita', giornalisti e tifosi. Stadi, mezzi di trasporto, ristoranti ed alberghi sono possibili luoghi di trasmissione della malattia''. L'allarme arriva dall'associazione ''Stop TB Italia'', in occasione della Giornata mondiale della tubercolosi che si celebra domani.

Secondo l'ultimo rapporto dell'Oms ''Global Tuberculosis Control 2009'', la tubercolosi si stima abbia ucciso 1,83 milioni di persone nel 2008, un numero maggiore rispetto al 2007 (1,77 milioni), garantendosi quindi un posto prioritario tra le malattie piu' devastanti del pianeta, nonostante sia una malattia curabile, i cui farmaci esistono da piu' di cinquanta anni. Il 98% dei decessi avviene in Paesi in Via di Sviluppo, colpendo soggetti di eta' compresa tra i 15 ed i 50 anni: la fascia piu' produttiva per ogni Nazione.

Complessivamente sono circa 9,4 milioni i nuovi casi di tubercolosi registrati nel 2008, in aumento rispetto ai 9.3 milioni stimati nel 2007. Sud Est asiatico ed Africa contribuiscono entrambe a circa un terzo dei casi, mentre in Europa si stimano solo il 5% di tutti i casi mondiali. I primi cinque Paesi in termini di numero totale di casi continuano ad essere l'India (2 milioni), la Cina (1 milione 300 mila), l'Indonesia (530 mila), la Nigeria (460 mila) ed il Sud Africa (460 mila). ''La strategia globale per il controllo della tubercolosi ha ottenuto ad oggi importanti risultati - spiega Alberto Matteelli, Stop Tb Italia, Universita' di Brescia - 36 milioni di pazienti curati ed almeno 4 milioni di vite salvate e attualmente viene curato, a livello globale, l'87% dei casi ditubercolosi messi in trattamento.

Sul versante diagnostico a tutt'oggi si stima siano diagnosticati soltanto il 61% dei casi di tubercolosi effettivamente presenti sul pianeta. Sul versante della ricerca, tre sono gli obiettivi prioritari della comunita' scientifica: lo sviluppo di un vaccino efficace, test diagnostici piu' sensibili e rapidi e l'ulteriore sviluppo dell'armamentario farmacologico''.

Nessun commento:

Lettori fissi

Visualizzazioni totali