domenica 13 giugno 2010

COLESTEROLO : SOTTO CONTROLLO CON 67 GRAMMI DI FRUTTA SECCA AL DI'


Noci, mandorle e nocciole sono in grado di ''abbassare il colesterolo e modificare i livelli di lipoproteine nel sangue, elementi cardine per prevenire e trattare la malattia coronarica'': la conferma delle proprieta' anti-colesterolo della frutta con guscio arriva da una ricerca californiana della Loma Linda University pubblicata su Archives of Internal Medicine, realizzata analizzando e incrociando i risultati di 25 studi diversi, da cui emerge che per far si' che l'organismo possa beneficiarne la quantita' giusta da consumarne quotidianamente e' 67 grammi, e la ''speciale cura'' funziona meglio per i soggetti che hanno alti livelli di colesterolo cattivo e un indice di massa corporea nella media.

Joan Sabate' e colleghi hanno coinvolto 583 uomini e donne con diversi livelli di colesterolo a cui sono stati fatti consumare, ogni giorno, 67 grammi di frutta secca. I ricercatori hanno registrato, grazie al consumo di noci e affini, una riduzione media del 5% della concentrazione di colesterolo totale e una riduzione del 7,4% delle lipoproteine a bassa densita' (LDL o ''colesterolo cattivo''). ''Diversi tipi di frutta secca hanno avuto effetti simili sui livelli di lipidi nel sangue - concludono gli autori - e gli effetti ipolipemizzanti erano maggiori nei soggetti con alti livelli di colesterolo cattivo e un indice di massa corporea nella media''.

Nessun commento:

Lettori fissi

Visualizzazioni totali