venerdì 19 novembre 2010

inquinamento elettromagnetico: La Radio Vaticana nociva come l'atomica di Hiroshima

L'inquinamento elettromagnetico provocato dalle antenne di Radio Vaticana provocherebbe tanti morti quanto quelli di una bomba atomica. Sarebbero questi gli esiti della perizia tecnica sull'inquinamento dell'emittente della Santa Sede, realizzata per il tribunale dal perito Andrea Micheli dell'Istituto Nazionale dei Tumori di Milano. Secondo il coordinamento dei Comitati di Roma Nord i risultati sono sconvolgenti: "Dati così allarmanti si riscontrano solo in zone dove ci sono effetti da bomba atomica". La Santa Sede ha risposto alle accuse presentando una contro-perizia realizzata da Umberto Veronesi che esclude effetti negativi per la salute dall'inquinamento elettromagnetico. In questi giorni, il Pm Stefano Pesci dovrà decidere se archiviare o rinviare a giudizio i responsabili di Radio Vaticana. Secondo la perizia dei comitati, il rischio di leucemia entro i 12 chilometri dalla Radio sarebbe di circa 5 volte superiore. Per questi motivi, i comitati cittadini romani invocano l'immediata sospensione delle trasmissioni di Radio Vaticana.

fonte : http://www.blitzquotidiano.it/cronaca-mondo/escozul-cancro-cuba-veleno-scorpione-646073/?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+blitzquotidiano+%28Blitzquotidiano%29&utm_content=Google+Reader

Nessun commento:

Lettori fissi

Visualizzazioni totali