venerdì 3 giugno 2011

BATTERIO KILLER: MINISTERO SALUTE STILA NORME IGIENICHE DA SEGUIRE

''Non e' giustificato l'allarmismo verso il consumo in Italia di ortaggi crudi, visto anche che le indagini di laboratorio non hanno supportato l'ipotesi dei vegetali contaminati quale fonte di infezione''. Lo evidenzia il ministero della Salute che stila delle norme di prevenzione dopo l'allarme per il batterio Escherichia coli che ha provocato 18 morti, quasi esclusivamente in Germania.

''Le consuete norme igieniche per la sicurezza alimentare - prosegue la nota - sono sufficienti a evitare infezioni: lavarsi frequentemente le mani dopo aver maneggiato alimenti, lavare a fondo le verdure, evitare il consumo di carne cruda, lavare bene coltelli, taglieri e altri utensili usati per la preparazione dei cibi, evitare di utilizzare senza lavare lo stesso tagliere e/o utensile per piu' alimenti e lavare bene le mani prima di manipolare i cibi e dopo aver usato la toilette''.

Infine, ''le persone che hanno recentemente soggiornato in Germania devono prestare attenzione alla comparsa di sintomi gastroenterici e nel caso di diarrea emorragica rivolgersi al proprio medico''.

Il Ministro Fazio ha gia' dato disposizione ai Nas di intensificare i controlli sui rivenditori di frutta e verdura circa l' apposizione del cartellino indicante il luogo di origine della merce posta in vendita, cosi' come ha richiesto agli Uffici sanitari di frontiera di potenziare i controlli sugli alimenti importati.

Lo rende noto il ministero della Salute che, per quanto che riguarda la richiesta di bloccare l'importazione di frutta e verdura, fa presente come ''l'Unione europea abbia chiesto alla Russia l'immediato ritiro del divieto di importazioni di prodotti vegetali europei'' e che ''non esiste al momento alcuna evidenza che il batterio sia trasmesso dai prodotti vegetali: alle autorita' sanitarie tedesche e' stato anzi chiesto dalla task force europea di intensificare i controlli sui centri locali di confezionamento dei prodotti alimentari.

Non appena si conoscera' la fonte della contaminazione - assicura il ministero - verranno assunte le deliberazioni conseguenti''.

1 commento:

dandelion67 ha detto...

Grazie per la condivisione The Crow...ma mi sorge un dubbio...perchè tutte queste norme igieniche da seguire se non c'è alcun motivo per allarmarsi? Mah! Sereno week end a Te..
Dandelìon

Lettori fissi

Visualizzazioni totali