mercoledì 27 marzo 2013

VISTA: Nuova laser terapia, via gli occhiali in 60 secondi


Consente di correggere miopia, astigmatismo, presbiopia, ipermetropia in modo meno invasivo: e' un laser ad eccimeri unico al mondo, frutto della tecnologia tedesca e dell'esperienza e del sapere italiano, quello che da due mesi funziona nel Centro oculistico dell'Istituto Clinico Humanitas. E' stato trasformato da Paolo Vinciguerra, responsabile del Centro in uno strumento in grado di migliorare la qualita' visiva del paziente operato ponendosi anche come alternativa ai trapianti di cornea.

Un super laser per la cura di miopia, astigmatismo, presbiopia e ipermetropia, figlio del rigore tedesco e della creatività italiana. È questa la "ferrari" nel parco macchine del nuovo Centro oculistico Humanitas, presentato dall’Irccs di Rozzano insieme alla campagna di sensibilizzazione "Godetevi la vista". Oltre all’apparecchiatura, che promette di correggere i più comuni difetti visivi in modo veloce, efficace e non invasivo, il nuovo centro può contare su un team di 40 professionisti, 20 ambulatori e sale operatorie dedicate alla microchirurgia. «Siamo partiti dai bisogni reali dei pazienti per creare un’organizzazione innovativa, costruita su percorsi di cura, con lo scopo di fornire una risposta efficace in termini di accoglienza, informazione e servizi», spiega Stefano Cazzaniga, direttore operativo di Humanitas. Gli esperti dell’Istituto clinico milanese insistono sull’importanza della «punta di diamante» del Centro oculistico: il laser a eccimeri di nuova concezione, che coniuga «tecnologia tedesca e know-how italiano». Il macchinario è frutto di un intero anno di lavoro, spiegano infatti da Humanitas, servito ad aggiungere alla sofisticata macchina ’made in Germanià tutta l’esperienza, la tecnica e la fantasia italiane. Il responsabile del Centro Paolo Vinciguerra e la sua èquipe hanno completamente personalizzato l’apparecchiatura originale, trasformandola in uno strumento «unico al mondo, in grado di ottenere risultati mai raggiunti fino ad ora». Integrando più tecnologie sofisticate, e grazie a software sviluppati ad hoc dal team del Centro Humanitas, il nuovo laser promette di correggere i difetti visivi in modo sempre meno invasivo, in soli 60 secondi di intervento. «Questo laser è uno strumento estremamente sicuro ed efficace - afferma Vinciguerra - che consente di rispettare al massimo la fisiologia dell’occhio, scolpendo la cornea con precisione sub-micrometrica mantenendone una forma naturale pur correggendo il difetto visivo». Grazie a sistemi speciali, il nuovo laser permette di tenere conto durante l’operazione di tutti i possibili movimenti involontari dell’occhio su tutti e 6 i piani di riferimento, e di monitorare in tempo reale l’esatto spessore della cornea verificando l’andamento dell’operazione. La sua estrema precisione, infine, lo rende adatto a trattamenti alternativi al trapianto di cornea.  Il nuovo Centro oculistico Humanitas è strutturato secondo 7 diversi percorsi di cura totalmente integrati: difetti e disturbi della vista (ipermetropia, astigmatismo e miopia); cataratta (dalla prevenzione alla diagnosi, dall’intervento al supporto post operatorio); glaucoma (con tutti i trattamenti chirurgici e parachirurgici); malattia della cornea; malattie della retina (retinopatia diabetica, patologia dell’interfaccia vitreo-retinica, membrana epiretinica, foro maculare, degenerazione maculare senile e distacco); malattie degli annessi oculari; strabismo. Ma accanto alle risposte di tipo clinico, Humanitas Centro oculistico vuole «porsi come eccellenza anche per ciò che riguarda la risposta ai bisogni informativi del paziente, mettendo a disposizione strumenti quali il nuovo sito Internet (www.centroculistico.it), con la possibilità di prenotare online, la web tv e il magazine con tutte le informazioni e le novità», spiega l’Istituto. «Proprio attorno al concetto di chiarezza», precisa Humanitas, si è sviluppata la campagna 'Godetevi la vista' per sensibilizzare gli italiani alla cura dei propri occhi: un percorso fotografico, dedicato al tema della prevenzione, installato all’interno del parco di Humanitas, costituisce il primo strumento di comunicazione sul Centro oculistico. Seguirà una App per iPhone e iPad, pensata tanto per gli adulti quanto per i bambini, con test per una prima misurazione dei problemi di vista, esercizi e giochi per i più piccoli

Nessun commento:

Lettori fissi

Visualizzazioni totali