sabato 21 novembre 2009

INFLUENZA SUINA: NUOVA INFLUENZA:,6.750 MORTI NEL MONDO. 500 IN ULTIMA SETTIMANA

E' salito ad almeno 6.750 il bilancio delle vittime della nuova influenza in tutto il mondo. A renderlo noto l'Organizzazione Mondiale della Sanita' sottolineando che dalla scorsa settimana c'e' stato un incremento di 500 morti.

Una settimana fa, infatti, la conta delle vittime per il virus A(H1N1) era di 6.250 morti. Il numero piu' alto di decessi resta quello registrato nel continente americano: 4.806 vittime.

In Asia e nella regione del Pacifico finora sono stati riscontrati 1.323 decessi, mentre in Europa almeno 350 persone hanno perso la vita a causa della pandemia.

IN ITALIA:
Le vittime in Italia per la nuova influenza A/H1N1 sono 68, le vaccinazioni circa 167.680: e' quanto si legge in un comunicato del Ministero del Lavoro, della salute e delle Politiche Sociali, facendo il punto della situazione alle ore 17,00 DEL 20/11/2009.

Aggiornati il numero dei casi e l'incidenza con il nuovo rapporto del sistema di sorveglianza Influnet basato sui medici sentinella. In base ai dati Influnet della 46* settimana (9-15 novembre) i casi di influenza settimanali stimati sono circa 752mila. Le Regioni dove si registra la piu' ampia diffusione del virus sono le Marche con un incidenza dell'2,9 per cento seguite da Emilia Romagna (1,8), Lazio (1,7), Abruzzo (1,6) e Campania (1,6). I piu' colpiti sono bambini e adolescenti, da zero a 14 anni, con un'incidenza pari al 3,6 per cento (2,6 nei piu' piccoli da zero a 4 anni e 4,2 per cento dai 5 ai 14). Tra i giovani e gli adulti dai 15 ai64 anni l'incidenza dell'influenza e' dello 0,7 per cento mentre tra persone dai 65 anni in su e' lo 0,1 per cento. Le Regioni hanno segnalato fino ad oggi al Ministero 489 ricoveri in ospedale per complicanze di cui 241 che richiedono cure di alta specializzazione e assistenza respiratoria: una quota pari allo 0,0105 per cento del totale stimato delle persone che hanno contratto la nuova influenza A. La percentuale delle vittime correlate all'influenza A e' lo 0,0029 per cento dei malati, contro lo 0,2 per cento delle vittime correlate alla normale influenza. Va considerato che essendo la percentuale delle vittime calcolata considerando i casi clinici segnalati al sistema di sorveglianza, poiche' questi sono molto probabilmente sottostimati, il valore potrebbe essere addirittura inferiore alla stima sopra riportata.

Nessun commento:

Lettori fissi

Visualizzazioni totali