sabato 16 gennaio 2010

INQUINAMENTO: E' EMERGENZA NAZIONALE



Inquinamento alle stelle in tutta Italia. Napoli, Torino e Ancona guidano la classifica dei superamenti dei limiti di legge per le concentrazioni di Pm10, rispettivamente con 156, 151 e 129 giorni. Situazione grave anche a Milano (108), Roma (67) e Venezia (60).

Lombardia e Emilia Romagna le regioni in cui si registrano valori critici per tutte le citta' monitorate, seguite da Piemonte (7 su 8) e Veneto (6 su 7). Nulla di buono nemmeno sul fronte ozono che nei mesi estivi ha fatto registrare livelli record. Dal 1 gennaio 2010 e' entrato in vigore il limite per la protezione della salute umana di 120 microgrammi/metro cubo da non superare per piu' di 25 giorni in un anno, ma oltre la meta' delle citta' monitorate nel 2009 non rispettavano questo limite (32 su 50). La Pianura Padana si conferma come area critica anche in questo caso con 8 citta' tra le prime dieci per superamenti del valore di legge. Al primo posto troviamo Novara con 83 superamenti, seguita da Alessandria (73), Lecco (70) e Mantova (68). Anche le grandi citta' non sono riuscite a rientrare nei limiti, come dimostrano i dati relativi a Milano (51), Genova (46), Bologna (42), Torino (40) e Roma (34). A livello regionale la maglia nera va di nuovo alla Lombardia, dove su 10 citta' che monitorano l'ozono, nove hanno superato di molto il limite di legge.

Questi in sintesi i dati di Mal'Aria di citta', il dossier di Legambiente in collaborazione con il sito http://www.lamiaaria.it/, che apre la campagna annuale sull'inquinamento atmosferico che per oltre due mesi attivera' manifestazioni e iniziative in tutta Italia, per sensibilizzare e informare i cittadini sul problema, con denunce mirate e proposte concrete per i diversi territori.

Intanto a Palermo, Potenza, Bologna, Milano, Roma, Genova, Torino, Taranto, Firenze e Civitanova oggi le vetrine di alcune boutique ''attrezzeranno'' i manichini in vetrina con mascherine antismog e slogan contro l'inquinamento da traffico.

http://www.lamiaaria.it/


Nessun commento:

Lettori fissi

Visualizzazioni totali