martedì 16 febbraio 2010

4 MiLloNi LAVORATORI SUBISCONO DISTURBI PSICO-SOCIALI

I disturbi psicologico-psichiatrici associabili all'attivita' lavorativa sono in progressiva crescita. I disturbi depressivi, quelli ansiosi e il disturbo dell'adattamento di tipo cronico sono quelli che piu' spesso compaiono in conseguenza di grave stress lavorativo. Stando a recenti indagini 10 milioni di lavoratori percepiscono un fattore di rischio per la propria salute, di questi 8 milioni e 706mila rilevano fattori di rischio per la salute fisica, e ben 4 milioni e 58mila ritengono di essere esposti a rischi per l'equilibrio psicologico. Oltre 2 milioni e 797mila riconoscono nell'attivita' lavorativa le cause dei propri problemi di salute e le donne, con il 5,4%, mostrano una maggiore esposizione degli uomini (4,1%) a fenomeni di prepotenza e discriminazione. Le classi di eta' piu' interessate dall'esposizione ai rischi per fattori di natura psicologica risultano essere quelle centrali (35-44 anni). Questi sono solo alcuni dei dati e delle statistiche che saranno presentati nel corso della ''XI Giornata Nazionale di informazione sulla promozione della salute nei luoghi di lavoro'', prevista per domani, presso la sala multimediale dell'Ispesl (Istituto Superiore per la Prevenzione e la Sicurezza del Lavoro) in via Urbana 167.

L'evento e' organizzato dal Dipartimento di Medicina del Lavoro dell'Ispesl, che propone la promozione della salute fisica e mentale nei luoghi di lavoro, il benessere organizzativo, il dialogo sociale e il coinvolgimento degli stakeholder che rappresentano i settori produttivi del paese, con particolare coinvolgimento di datori di lavoro e lavoratori.

Tre gli obiettivi principali della ''XI Giornata nazionale di informazione sulla promozione della salute nei luoghi di lavoro'', che saranno illustrati dal direttore del Dipartimento di Medicina del Lavoro, Sergio Iavicoli: -promuovere e sostenere una migliore consapevolezza del valore delle persone impiegate in azienda -coinvolgere dipendenti e datori di lavoro in azioni per il benessere lavorativo e il miglioramento organizzativo ed economico delle prestazioni dell'azienda -diffondere buone pratiche al lavoro e di stili di vita sani.

In occasione della manifestazione verra' inoltre presentata la campagna europea ''Lavorare in sintonia con la vita'' (Work. In tune with life), a cui l'Ispesl collabora nel ruolo di Ufficio Nazionale di Contatto (Nco) del network europeo per la ''Promozione della Salute nei luoghi di lavoro'' (The European Network for Workplace Health Promotion- ENWHP).

Nessun commento:

Lettori fissi

Visualizzazioni totali