mercoledì 3 febbraio 2010

Centrali nucleari in Italia: PROSSIMA SETTIMANA decreto legislativo SU SITI E STATUTO AGENZIA


La prossima settimana il Consiglio dei ministri approvera' in via definitiva il decreto legislativo sulla nuova localizzazione delle centrali nucleari e sara' varato lo statuto dell'Agenzia per il nucleare in modo da poter procedere alla nomina dei suoi vertici. Lo ha annunciato il ministro dello Sviluppo economico, Claudio Scajola, a margine della presentazione del rapporto 2009 dell'Agenzia internazionale per l'energia.

''Porteremo in lettura definitiva la prossima settimana la delega in Consiglio dei ministri - ha detto Scajola - in modo da poter permettere alle imprese di iniziare il percorso per richiedere le autorizzazioni alla costruzione delle centrali''.

''Contestualmente - ha proseguito - provvederemo, appena il decreto sara' firmato, allo statuto dell'Agenzia per il nucleare che adesso e' al ministero delle finanze per la firma che dovrebbe arrivare la prossima settimana''. Statuto, ha aggiunto, ''necessario per provvedere nelle settimane successive alle nomine dei componenti dell'Agenzia''.

2 commenti:

Piccinini Raoul ha detto...

Alla cortese attenzione del Ministro dell'Economia Giulio Tremonti. 13 Gennaio 2010

Ritenendo importanti le discussioni relative all’Energia e alle conseguenze contigue per, importazione energetica, inquinamento, riduzione CO2, importanza delle tecnologie innovative, ricerca, sono a richiederLe con la presente quanto segue.
Data l’opportunità che mi è stata offerta, di portare tecnologia e progetti in Korea, e presentarla, (tramite un’azienda della città di Busan), al “KOREA GREEN ENERGY SHOW” di Seoul, oltre ad aver informato il responsabile Tecnico Scientifico dell’Ambasciata Italiana, Dr. Antonino Tata, tramite il quale abbiamo informato anche l’ICE di Seoul, in quanto ritenuto un “progetto d’eccellenza Italiano”, vorrei chiederLe se esiste la possibilità d’illustrare tale progetto ed i benefici connessi.
Dal Dicembre del 2008 è l’unica tecnologia Italiana iscritta al “SALTIRE PRIZE” in Scozia, dove sarà istallata dal vero in mare per competere contro le più innovative tecnologie di, Università, Centri di Ricerca, Progettisti, a livello Mondiale, (competizione che durerà sino al 2015), per produrre in due anni, come previsto dal concorso, 100 GWh che corrispondono a 100.000.000 di kWh.
Tale capacità produttiva, a detta dei tecnici del Governo Scozzese non potrà, (con tutta probabilità), essere raggiunta, in quanto dovrebbe essere più performante dell’Eolico-Offshore, ritenuto il metodo più produttivo attualmente disponibile.
Col Progetto “TRITON”, Italiano, tale produzione sarà possibile in meno di un anno.
Io non chiedo fondi, non voglio finanziamenti, chiedo come prima anticipato di presentare questa tecnologia, e per tale presentazione mi ritengo a Sua disposizione.
Anche se il fatto di avere una tecnologia che utilizza il mare, (o che possa produrre al kmq 1 GW istantaneo d’energia, non emetta Co2, possa produrre sulla superficie di cui prima quanto un Reattore Nucleare da 1 GW ora, 8.760 GWh anno, e mancata emissione per 6.570.000 Tonnellate di CO2, abbia per tale quantità d’energia un tempo d’istallazione di un solo anno, garantisca il rispetto dei termini di riduzione d’inquinanti, sia per quanto previsto a livello Europeo che Mondiale secondo il Protocollo o Trattato di Kyoto), non dovesse comunque essere ritenuto sufficiente, mi sarà comunque gradito anche un Suo cenno di diniego.
Con i più Sentiti Ringraziamenti, Dr. Piccinini G. Raoul.

r.piccinini@kienergy.co.kr

P.S.: attendo, dal 13, risposta.

the crow ha detto...

Mi auguro che si vada in tale direzione e che la pazzia nucleare che non conviene a nessuno ( eccetto qualche tasca) venga accantonata...

Lettori fissi

Visualizzazioni totali