venerdì 19 marzo 2010

PSORIASI, E' ITALIANO IL PRIMO TESSUTO ANTI-PRURITO

E' il primo tessuto al mondo capace di soddisfare le esigenze dei milioni di malati di psoriasi, la diffusa malattia della pelle cronica e infiammatoria - che colpisce tra il 2% e il 4% della popolazione per un totale, in Italia, di circa 2 milioni di malati - che costringe i pazienti a un uso continuo di creme e unguenti per attenuare lo sfregamento degli abiti, tra le cause principali dei fastidi legati alla patologia. Oleo e idro repellente, traspirante, freschissimo, liscio e scivoloso al punto di avere un coefficiente di attrito prossimo allo zero, il tessuto e' stato realizzato con una speciale fluoro-fibra sintetica nei laboratori del Gruppo Lenzi di Prato. A darne notizia e' stato l'amministratore delegato Roberto Fenzi intervenendo questa mattina alla conferenza stampa indetta per la presentazione del tessuto a cui hanno preso parte Riccardo Marini, vicepresidente di Confindustria Toscana e presidente dell'Unione Industriale di Prato, Giuseppe Bartolini, coordinatore italiano nella Commissione Europea Tessile e Salute, Mara Maccarone, presidente dell'Associazione per la Difesa degli Psoriaci (Adipso), e i professori Giovanni Lo Scocco, direttore del reparto di Dermatologia dell'ospedale di Prato e Torello Lotti, presidente della Societa' Italiana di Dermatologia.

Il tessuto e' stato clinicamente testato con successo all'ospedale di Prato: tutti i pazienti coinvolti nella ''prova-tessuto'' hanno segnalato un sensibile sollievo della pelle malata e un evidente miglioramento della qualita' della vita, grazie alla scivolosita' del tessuto, alla massima traspirazione e impermeabilita' agli unguenti, alla facilita' di lavaggio e manutenzione, alla durata molto maggiore rispetto alle fibre tradizionali. Una generale sensazione di benessere con influssi positivi anche sulla vita di relazione, che la psoriasi spesso compromette.

L'innovativo tessuto e' ora oggetto di una seconda sperimentazione in altri istituti tra cui il Centro GISED (Gruppo Italiano Studi Epidemiologici in Dermatologia) di Bergamo e gli ospedali universitari ''Tor Vergata'' di Roma e ''S. Raffaele'' di Milano.

Nessun commento:

Lettori fissi

Visualizzazioni totali