lunedì 19 aprile 2010

CACCIA: CAMBIAMENTI CLIMA DOVREBBERO CONSIGLIARE ANTICIPO STOP

''L'aumento della temperatura globale dovrebbe consigliare di anticipare la chiusura della stagione venatoria e non certo di estenderla''. Parola di Fulco Pratesi, Presidente onorario del WWF Italia, che sta presidiando in queste ore Montecitorio insieme ai volontari di tutte le associazioni nel sit-in contro la deregulation caccia.

''Infatti - ha spiegato - gli animali tendono sempre piu' ad anticipare nidificazioni e periodi migratori: colpirli in queste delicate fasi significa determinare un grave impatto sugli equilibri di queste specie''.
----------------------------------

'Una strage di animali e un colpo mortale alla biodiversita': questo produrrebbe l'approvazione dell'articolo 43 della legge comunitaria , oggi in discussione a Montecitorio, che prevede l'estensione del periodo di caccia ai mesi di febbraio e marzo, cruciali per la sopravvivenza di molte specie migratorie''.

E' quanto afferma Loredana De Petris, della segreteria nazionale di Sinistra Ecologia Liberta' che stamani ha portato il sostegno di Sel al presidio delle associazioni ambientaliste in corso in piazza Montecitorio.

''Con questa decisione politica - prosegue l'esponente ambientalista di Sel - fatta in omaggio ad una piccola lobby di cacciatori estremisti ed irresponsabili, si assesta una colpo durissimo alla natura e alla biodiversita' a cui l'Onu ha dedicato proprio quest'anno. Facciamo appello - conclude la De Petris - ai deputati, ai ministri Ronchi e Prestigiacomo, se ancora hanno un minimo di senso di responsabilita' e di coscienza, affinche' respingano questa vera e propria deregulation della caccia, che non solo e' in antitesi con tutte le normative europee di settore, ma trova contraria la maggioranza dei cittadini e le stesse associazioni venatorie piu' serie e consapevoli''.

Nessun commento:

Lettori fissi

Visualizzazioni totali