giovedì 10 febbraio 2011

OGM : E' ALLARME PER MIELE CONTAMINATO DAL POLLINE


''Il miele in cui e' riscontrabile la presenza di polline di mais Mon 810, sia gli integratori alimentari a base di polline contenenti polline della medesima varieta' di mais sono alimenti prodotti a partire da Ogm e di conseguenza devono essere soggetti ad un'autorizzazione all'immissione in commercio', indipendentemente dal fatto che tale materiale sia stato incluso intenzionalmente o meno''. E' quanto afferma la Coldiretti nel rendere note le conclusioni dell'Avvocato generale della Corte di Giustizia, Bot su una pronuncia relativa alla presenza di Dna geneticamente modificato nel miele richiesta dal Tribunale amministrativo della Baviera al quale si e' rivolto un produttore tedesco di miele che ha rilevato nel proprio miele tracce di polline di mais Ogm (varieta' Mon810) coltivato in un campo nelle vicinanze.

''In altre parole - sottolinea la Coldiretti - la coltivazione di un campo Ogm e' in grado di determinare la contaminazione del miele attraverso il trasporto del polline da parte delle api rendendo necessaria in ogni caso una specifica autorizzazione per la messa in vendita. Un danno per gli apicoltori e una preoccupazione concreta - precisa la Coldiretti - per i consumatori. In Italia grazie all'azione della Coldiretti e' vietato coltivare ogm e di conseguenza non e' contaminato il miele prodotto sul territorio nazionale che e' riconoscibile attraverso l'etichettatura di origine obbligatoria fortemente voluta dall'organizzazione degli imprenditori agricoli. Un discorso diverso vale per il miele importato in ingenti quantita' in Italia da paesi comunitari ed extracomunitari in cui sono diffuse le coltivazioni ogm''.

Nessun commento:

Lettori fissi

Visualizzazioni totali