lunedì 16 maggio 2011

CENTRALI NUCLEARI IN ITALIA: in Sardegna contrari al 97,14%

l referendum consultivo regionale sul nucleare in Sardegna, i SI', che manifestano la contrarieta' alle centrali, hanno raggiunto il 97,14%, mentre i NO si sono fermati al 2,85%. Le percentuali sono riferite a 1808 sezioni scrutinate su 1820, in base alle comunicazioni pervenute dai Comuni direttamente al Servizio elettorale della Direzione generale della Presidenza della Regione. Il dato definitivo sara' comunicato probabilmente solo domani perche' 12 sezioni hanno avuto problemi.

In tutte le otto province della Sardegna gli elettori hanno espresso la loro netta contrarieta' all'installazione nell'isola di centrali nucleari e di siti per lo stoccaggio di scorie radioattive.

Le operazioni di spoglio sono state completate nel Cagliaritano, dove i ''si''' hanno raggiunto il 96,66 per cento, nell'Oristanese il 98,17 per cento, nel Medio Campidano il 97,77 per cento, nella provincia di Carbonia-Iglesias il 95,89 per cento e in quella di Olbia-Tempio dove i SI sono il 96,39 per cento. Nelle altre province i dati, invece, sono pervenuti parzialmente dai Comuni al Servizio elettorale della Direzione generale della Presidenza della Regione. In particolare nel Nuorese il SI ha ottenuto il 97,78 per cento in 177 sezioni scrutinate sulle 183 della provincia, nel Sassarese i SI sono pari al 97,82 per cento in 377 sezioni sulle 381 totali, in Ogliastra i SI hanno raggiunto il 97,60 per cento in 65 sezioni su 67. Le percentuali si riferiscono alle 1.808 sezioni scrutinate sulle 1.820 totali.

Nessun commento:

Lettori fissi

Visualizzazioni totali