giovedì 28 maggio 2009

INFLUENZA SUINA: NUOVA INFLUENZA, Chi viaggia eviti i luoghi chiusi e affollati


Dopo i due casi di positività all'influenza umana A/H1N di "un ragazzo e una ragazza liceali, ritornati con il gruppo in vacanza studio a New York il 19 maggio con un volo giunto a Roma via Londra. I ragazzi - riferisce una nota del ministero del Welfare - sono stati visitati in un ospedale romano, e si trovano in isolamento presso il loro domicilio". Al momento "i ragazzi stanno bene", conclude il ministero.
L'ULTIMO CASO RIGUARDA una ragazza di 23 anni rientrata a Roma da New York il 24 maggio con volo indiretto. La ragazza, che al momento dell'arrivo accusava sintomi influenzali ed alterazione della temperatura, e' stata visitata il giorno 25 e ricoverata in ospedale, dove si trova tuttora, per il trattamento. Le sue condizioni di salute sono buone e non destano preoccupazione. Con loro salgono a 26 i contagi confermati, al momento, nel nostro Paese

E in vista delle vacanze il viceministro alla Salute Ferruccio Fazio tranquillizza i turisti e fa qualche raccomandazione a chi pensa a mete lontane. "Un consiglio generale per chi viaggia è di limitare al massimo la frequentazione di luoghi chiusi e affollati".

"Il virus è estremamente trasmissibile e può rappresentare un problema. Come dimostra il numero elevato di studenti romani contagiati dopo un viaggio negli Stati Uniti. Insomma - prosegue Fazio - non dobbiamo abbassare la guardia. Le misure di contenimento, comunque, si sono dimostrate efficaci". E se all'estero sarebbe bene evitare "contatti ravvicinati, l'aereo è evidentemente inevitabile - prosegue - ma a bordo vi è un ricambio d'aria adeguato". Meglio rinunciare a "situazioni di ritrovo come alcune feste, discoteche e cinema. Ricordando di lavarsi sempre le mani e di curare l'igiene".

Nel mondo i casi sono saliti intanto a 13.398. A fornire la stima aggiornata che rispetto a martedì vede un aumento di 444 infezioni e 3 decessi, è l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) secondo cui i morti sono saliti a 95. Il maggior numero dei contagi c'è stato invece in Messico dove si contano 4.541 casi confermati, con 83 morti. Negli Stati Uniti 6.764 casi con 10 morti, in Canada 921 e una vittima, in Costa Rica 33 casi con un decesso.

Ventitré (ma oggi il ministero del Welfare ha portato il bilancio a 25), senza morti, i pazienti accertati in Italia. Casi confermati, senza morti, sono segnalati inoltre in Argentina (19), Australia (39), Austria (1), Barhain (1), Belgio (7), Brasile (9), Cile (86), Cina (22), Colombia (16), Cuba (4), Danimarca (1), Ecuador (28), El Salvador (11), Filippine (2), Finlandia (2), Francia (16), Germania (17), Grecia (1), Guatemala (5), Honduras (1), India (1), Irlanda (1), Islanda (1), Israele (9), Giappone (360), Repubblica di Corea (21), Kuwait (18), Malesia (2), Paesi Bassi (3), Nuova Zelanda (9), Norvegia (4), Panama (76), Peru' (27), Polonia (3), Portogallo (1), Russia (2), Spagna (138), Svezia (3), Svizzera (3), Thailandia (2), Turchia (2) e Regno Unito (137).

Sempre attivo il numero 1500 del Ministero della Salute in Italia per fornire ai cittadini informazioni ed aggiornamenti in merito alla nuova influenza. E' aperto dal lunedi' al venerdi' dalle ore 8.00 alle ore 18.00.

LEGGI ANCHE:

INFLUENZA SUINA: nuova influenza, più di una varietà dell'A/H1N1

influenza suina: Un grande affare per le case farmaceutiche. La strana natura del virus. I piani di emergenza Usa

INFLUENZA SUINA: NUOVA INFLUENZA: CANADA, COMPLETATA PRIMA SEQUENZA GENETICA VIRUS
.

Nessun commento:

Lettori fissi

Visualizzazioni totali