mercoledì 4 novembre 2009

INFLUENZA SUINA: NUOVA INFLUENZA, IN ITALIA 250MILA CASI. 18 MORTI. TUTTE REGIONI HANNO AVVIATO VACCINAZIONE

Circa 250mila casi e 18 decessi. Il Governo ha appena diffuso il primo bollettino sulla nuova influenza. Dei 18morti, 9 decessi si sono verificati in Campania, 3 in Emilia Romagna, 3 in Lombardia, 1 in Sicilia, 1 in Toscana, 1 in Umbria. Tutti i soggetti deceduti tranne uno, spiega la nota, presentavano patologie preesistenti. Per un caso sono ancora in corso gli accertamenti.

Al momento, tutte le Regioni Italiane hanno avviato le attivita' di vaccinazione pandemica cominciando dai soggetti addetti a servizi essenziali, come da Ordinanze dell'11, del 30 settembre 2009 e del 20 ottobre 2009. Lo spiega il primo bollettino del Governo sulla nuova influenza che e' stato appena diffuso.

Il Ministero ha invitato le Regioni ad avviare la vaccinazione utilizzando le dosi via via consegnate, senza attendere quindi il completamento dell'intera fornitura prevista per ciascuna Regione.

In particolare le Regioni sono state sollecitate a vaccinare con la maggiore rapidita' le donne al secondo e terzo trimestre di gravidanza e i soggetti dai 6 mesi ai 64 anni appartenenti alle categorie a rischio per patologie preesistenti, con priorita' assoluta per i bambini.

Le categorie che saranno vaccinate sono le seguenti: personale sanitario e socio sanitario; donne al secondo o al terzo trimestre di gravidanza; portatori di almeno una delle condizioni di rischio di eta' compresa tra i 6 mesi e i 65 anni; donne che hanno partorito da meno di sei mesi o persona che assiste il bambino; bambini di eta' superiore a sei mesi che frequentano l'asilo nido (non incluse nei precedenti punti); minori che vivono in comunita' o istituzionalizzati (non incluse nei precedenti punti); soggetti con meno di 24 mesi nati gravemente pretermine; personale delle forze di pubblica sicurezza e della protezione civile; personale del corpo dei Vigili del fuoco Ministero Interno; personale delle forze armate; personale che assicura i servizi pubblici essenziali; donatori di sangue periodici; persone di eta' compresa tra 6 mesi e 17 anni (non incluse nei precedenti punti); persone di eta' compresa tra i 18 e 27 anni (non incluse nei precedenti punti).

Nella seduta della Conferenza Stato Regioni che si terra' il prossimo 5 novembre sara' presentata una proposta di Accordo per l'implementazione di una rete di centri abilitati al trattamento di polmoniti primarie complicate che necessitino di ossigenazione extracorporea (ECMO).

Nessun commento:

Lettori fissi

Visualizzazioni totali