lunedì 14 dicembre 2009

colangiocarcinoma: tumore al FEGATO, PARASSITA CONVERTE LE CELLULE SANE IN CANCEROGENE

Converte le cellule sane in malate, favorendo lo sviluppo del colangiocarcinoma, una delle forme piu' letali di cancro al fegato: la responsabilita' e' di un fattore di crescita secreto da un parassita delle vie biliari. E' quanto emerge da uno studio di Alex Loukas del Queensland Institute of Medical Research (Australia) condotto in collaborazione con la Khon Kaen University (Thailandia) e con la George Washington University (Stati Uniti) e pubblicato su Public Library of Science Pathogens, secondo cui il parassita delle vie biliari Opisthorchis viverrini secerne l'ormone della crescita granulin, gia' noto perche' provoca proliferazione cellulare incontrollata, che a sua volta fa ''ammalare'' le cellule intorno al parassita stesso, favorendo l'insorgenza delle neoplasie. Il 17% delle persone infettate con O. viverrini, spiegano gli autori della ricerca, sviluppa il colangiocarcinoma, una delle forme piu' maligne di cancro al fegato. ''Era gia' noto che alcune proteine secrete dall'O. viverrini causano una crescita incontrollata di cellule, ma finora l'identita' delle proteine non era conosciuta - spiega Loukas -. Cosi' come gia' sapevamo che il parassita secerne il fattore di crescita granulin, ma non sapevamo come avrebbe potuto incidere sulle cellule intorno a lui. Questa scoperta apre la strada a una migliore comprensione di come questo parassita provochi una forma devastante di tumore''.

Nessun commento:

Lettori fissi

Visualizzazioni totali