venerdì 11 dicembre 2009

Piante in casa : ottime per purificare l’aria liberandola dalle sostanze volatili inquinanti.


Si sa che le decorazioni vegetali, all’interno delle case, non hanno un ruolo puramente ornamentale, in quanto fungono da veri e propri filtri dell’aria che respiriamo. Ora però uno studio condotto presso la University of Georgia fornisce la conferma scientifica del valore delle piante di cui ci circondiamo a casa e in ufficio.

LA RICERCA – L’indagine ha infatti dimostrato che le piante da interno non solo sono in grado di preservare la salute di chi vive negli ambienti in cui esse si trovano, ma hanno anche effetti benefici sulle performance lavorative in quanto contribuiscono a ridurre significativamente i livelli di stress grazie alla loro azione purificante. Come spiegato da Stanley Kays, autore della ricerca, «alcune piante in particolare hanno la capacità di eliminare completamente dall’aria i cosiddetti VOC», i composti organici volatili, ossia quell’insieme di sostanze presenti nell’ambiente e responsabili di allergie, disturbi cronici e altre malattie che secondo i dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità causano oltre 1,6 milioni di morti ogni anno. Dai VOC deriva quindi l’inquinamento indoor, che in molti casi – dicono gli scienziati – tocca livelli che possono essere addirittura 12 volte più alti rispetto a quelli dell’inquinamento esterno.
LE PIÙ POTENTI – Dopo aver analizzato 28 piante ornamentali comuni, i ricercatori ne hanno individuato alcune super-potenti, ottime per purificare l’aria liberandola dalle sostanze volatili inquinanti. Si tratta dell’edera inglese, del fiore di cera e della felce. Di qualità superiore la Tradescantia pallida, considerata un eccellente filtro depuratore.

Nessun commento:

Lettori fissi

Visualizzazioni totali