mercoledì 9 dicembre 2009

riscaldamento globale: ICEBERG DI 140 KM QUADRATI AL LARGO DELL'AUSTRALIA

Un iceberg di 140 chilometri quadrati, che si e' staccato dall'Antartide, e' sospinto dalle correnti oceaniche verso le coste meridionale dell'Australia e offre uno spettacolo che, secondo i glaciologi, e' un evento rarissimo ma che probabilmente diverra' sempre piu' comune se non si ferma l'attuale surriscaldamento del pianeta. Gli esperti australiani hanno avvistato l'enorme piattaforma ghiacciata grazie alle immagini satellitari; e secondo Neil Young, bisogna risalire ai giorni in cui i clipper, nel XIX secolo, solcavano i mari tra la Gran Bretagna e l'Australia, per ricordare un iceberg di tali dimensioni a quella latitudine. L'iceberg, battezzato B17B, ha 19 chilometri di lunghezza e 8 di larghezza, ed ha una superficie pari al doppio dell'isola di Hong Kong. La piattaforma si e' staccata probabilmente dall'Antartide una decina di anni fa e per anni ha fluttuato attorno alla calotta polare prima di cominciare l'insuale viaggio verso il nord; in origine l'iceberg era grande circa 400 km quadrati, e solo successivamente si e' spaccato a meta'. La scoperta e' la terza nel giro di poche settimane, dopo la piattaforma di ghiaccio avvistata al largo dell'isola di Macquarie e dalla "flotta" di iceberg piu' piccoli, in marcia verso la Nuova Zelanda

Nessun commento:

Lettori fissi

Visualizzazioni totali