venerdì 8 gennaio 2010

malattie neurodegenerative nel TE' VERDE DUE SOSTANZE CHE FRENANO ALZHEIMER E PARKINSON

Potrebbe essere contenuta nel te' verde un'arma chimica combinata in grado di frenare l'insorgenza e lo sviluppo di malattie neurodegenerative come Alzheimer, corea di Huntigton e morbo di Parkinson.

Lo studio condotto dal Boston Biomedical Research Institute (BBRI) e dalla University of Pennsylvania, e pubblicato su Nature, ha individuato un estratto della pianta medicinale in grado di neutralizzare l'accumulo di proteina amiloide, causa dell'irrigidimento dei vasi sanguigni e responsabile del decadimento cerebrale. Applicando insieme l'Epigallocatechina gallato (EGCG), sostanza ''verde'' nota per le sue proprieta' anti-demenzala seconda ''arma'', con un altro estratto del te', chiamato DAPH-12, gli scienziati sono riusciti a ridurre anche la versione piu' forte di amiloide.

Nessun commento:

Lettori fissi

Visualizzazioni totali