sabato 29 maggio 2010

CACCIA ALLE BALENE : Stop caccia alle balene, l'Australia avvia azione legale contro il Giappone

Il governo australiano avvierà un'azione legale contro Tokyo per fermare la caccia alle balene da parte del Giappone nell'Artico. L'azione sarà presentata alla Corte internazionale di Giustizia dell'Aja, e precederà la riunione della Commissione baleniera internazionale (Iwc) in Marocco, dove sarà redatto un documento che limiti altamente la caccia alle balene per fini commerciali.

Il Giappone, che ogni anno uccide centinaia di esemplari, ha sempre dichiarato che la caccia alle balene è promossa per scopi scientifici. Attivisti a difesa di questi mammiferi sostengono invece che per il paese asiatico si tratta di una copertura e che il suo vero fine è il commercio della carne di balena. Per il ministro dell'ambiente australiano l'azione intrapresa sottolinea "l'impegno del governo per far finire quello che il Giappone chiama caccia scientifica alle balene". Proprio con questo pretesto il paese asiatico ogni anno si reca nei mari australi aggirando una Convenzione internazionale che prevede la caccia solo per scopi scientifici.

Gli ambientalisti hanno elogiato il governo per l'azione legale. Tuttavia per i verdi australiani si tratta solo di una manovra politica per risollevare il gradimento del premier Kevin Rudd, mantenendo quella che era stata una promessa elettorale. Il governo di Canberra spera del resto che l'azione legale non danneggerà i rapporti con il Giappone. Dura replica invece da parte del ministro della Pesca giapponese Hidenobu Sobashima che si è mostrato "contrariato". "Continueremo a spiegare che la nostra ricerca scientifica sulle balene è attuata secondo l'articolo 8 della Convenzione internazionale che regola la caccia" ha dichiarato il ministro.

Nessun commento:

Lettori fissi

Visualizzazioni totali