sabato 25 settembre 2010

eterna giovinezza: Dalla Russia la “pillola dell’eterna giovinezza”


Ancora due anni e la 'pillola dell'eterna giovinezza' sara' sul mercato. Ne e' sicuro Vladimir Skulachev, uno scienziato russo.Al Daily Mirror ha annunciato l'avvio dei primi test sull'uomo dei suoi 'Skulachev ions', capaci di frenare gli effetti dell'invecchiamento.

Dorian Gray aveva un ritratto che lo manteneva sempre giovane e affascinante. Meryl Streep, in “La morte ti fa bella”, era disposta ad uccidere per l’eterna giovinezza. La vecchiaia, incubo dell’uomo dalla notte dei tempi, a quanto pare potrà essere contrastata da una vera e propria “pillola dell’eterna giovinezza” che, secondo il parere di uno scienziato russo, sarà sul mercato entro due anni.

Vladimir Skulachev ha infatti annunciato l’avvio dei primi test sull’uomo dei suoi “Skulachev ions”, una sostanza antiossidante capace di frenare gli effetti dell’invecchiamento. «Nel 99% dei casi l’ossigeno nelle cellule si trasforma in acqua - afferma lo scienziato, che dirige il dipartimento di Bioenergetica dell’università di Mosca - ma c’è una percentuale di casi in cui diventa un superossido potenzialmente velenoso. Dovevamo trovare un antiossidante in grado di bloccare questo processo». La molecola, sviluppata da Skulachev dopo 40 anni di lavoro e dopo un test sulla sua stessa persona, è un derivato di una sostanza antiossidante chiamata Sqkl, che lo stesso scienziato ha dimostrato essere in grado di penetrare nei mitocondri in quantità molto più alta degli antiossidanti naturali. In parole povere, il farmaco agisce bloccando gli effetti dannosi che l’ossigeno può avere sulle cellule del corpo. I test su topi, crostacei e altri animali ne hanno allungato significativamente la vita, a volte raddoppiandola.

Lo scienziato russo, nonostante molte persone abbiano giudicato quantomeno stravaganti i suoi esperimenti, ha ricevuto la benedizione di Gunter Blobel, premio nobel per la medicina nel 1999: «Skulachev è di sicuro il miglior biochimico del mondo - ha affermato - e il più grande esperto di bioenergetica».

Ai volontari che testeranno il farmaco l’ardua sentenza.

Nessun commento:

Lettori fissi

Visualizzazioni totali