martedì 24 giugno 2008

IMPRESA IDROGENO

ECO-ENERGIA: CELLE 'VERDI', PARTE IMPRESA IDROGENO EUROPEA 23-06-2008
(ANSA) - ROMA - Via libera all'FCH, l'impresa comune ''celle a combustibile e idrogeno''. Reso ufficiale il regolamento che l'istituisce con la pubblicazione in Gazzetta, nasce dunque l'ITC, l'impresa comune che ha lo scopo di sostenere la ricerca volta a promuovere lo sviluppo commerciale di convertitori di energia praticamente non inquinanti. Le celle a combustibile sono convertitori d'energia, molto silenziosi ed estremamente efficaci, che permettono di ridurre sensibilmente la produzione di gas a effetto serra e di sostanze inquinanti. Permettono una maggiore flessibilita' del mix energetico, in quanto possono funzionare sulla base dell'idrogeno e di altri combustibili, quali il gas naturale, l'etanolo e il metanolo. Le celle a combustibile alimentate con idrogeno sono convertitori d'energia intrinsecamente non inquinanti, poiche' il loro funzionamento genera soltanto vapore come prodotto di scarico. L'idrogeno puo' alimentare celle a combustibile o essere bruciato per produrre calore o azionare turbine o motori a combustione interna per il trasporto e la produzione di energia elettrica. E puo' inoltre anche servire per accumulare energia. L'impresa comune ha sede a Bruxelles, i suoi membri fondatori sono la Comunita' rappresentata dalla Commissione e il gruppo industriale europeo per l'iniziative tecnologica congiunta ''celle a combustibile e idrogeno''. Se ne prevede l'immediata entrata in esercizio per un periodo che terminera' il 31 dicembre 2017, con un budget comunitario stanziato di 470 milioni di euro come importo iniziale destinato a coprire i costi correnti. L'iniziativa si colloca all'interno della Piattaforma tecnologica europea ''Idrogeno e celle a combustibile'' che ha a disposizione un bilancio per il periodo 2007-2015 pari a 7,4 miliardi di euro un terzo del quale destinato alla ricerca e sviluppo. L'FCH ha l'ambizione di collocare l'Unione europea in prima linea nelle tecnologie delle celle a combustibile e dell' idrogeno e di permetterne la penetrazione commerciale sul mercato mondiale. Ha anche l'intento di sostenere la ricerca negli Stati membri in modo coordinato per superare le carenze del mercato e concentrarsi sullo sviluppo di applicazioni commerciali, di sovvenzionare l'attuazione delle priorita' di ricerca del settore e di incoraggiare l'aumento degli investimenti pubblici e privati destinati alla ricerca in questo campo.

Nessun commento:

Lettori fissi

Visualizzazioni totali