venerdì 29 maggio 2009

cambiamenti climatici: Forum mondiale degli enti locali sui cambiamenti climatici


Ci saranno oltre 600 rappresentanti di tutto il pianeta dal 2 al 4 giugno a Copenhagen al Forum mondiale degli enti locali sui cambiamenti climatici.

Obbiettivo: predisporre un documento unitario da sottoporre alle Nazioni Unite e ai Governi Nazionali per chiedere che le citta' e i territori vengano inseriti come attori a pieno titolo nel nuovo accordo mondiale sul clima e possano avere un ruolo attivo nel raggiungimento degli impegni previsti nell'accordo che sostituira' Kyoto e che sara' deciso a dicembre 2009 proprio a Copenhagen.

''Si tratta del piu' grande evento del mondo dedicato solo agli enti locali impegnati nella lotta ai cambiamenti climatici - spiega Emilio D'Alessio, Presidente di Agenda 21 Italia - volto ad ottenere che vengano sfruttate le potenzialita' delle amministrazioni locali, gia' attive da anni ormai a livello territoriale con diverse tipologie di intervento capillare, che stanno dando un contributo importante, se non fondamentale, in tutto il pianeta. Il ruolo delle citta' in particolare potrebbe essere ulteriormente rafforzato dalla possibilita' di accedere ai meccanismi finanziari degli accordi, contabilizzando le riduzioni di emissioni ottenute con scelte e progetti locali''.

Il Summit insomma parte dal presupposto che la lotta ai cambiamenti climatici non possa che passare dalle citta' ed infatti tra il 2 ed il 4 giugno sfileranno a Copenhagen i Sindaci di Parigi, Vancouver, Bonn, Dar es Salaam e molti altri provenienti da tutta Europa ma anche da Stati Uniti, America Latina, Cina e Africa. E' prevista inoltre la presenza di numerosi ministri e parlamentari, impegnati nella costruzione di un dialogo ed una stretta collaborazione tra Stati e Governi locali.

Nessun commento:

Lettori fissi

Visualizzazioni totali