venerdì 15 maggio 2009

SALUTE: IL CERVELLO VEDE LE EMOZIONI


Le emozioni, oltre a ''sentirle'', adesso si possono anche ''vedere''. Ad affermarlo e' uno studio condotto da un gruppo di studiosi dell'Universita' di Ginevra (Svizzera) guidati da Thomas Ethofer e pubblicato su Current Biology, secondo il quale dai segnali che il cervello elabora si puo' ''leggere'' se una persona ha appena ascoltato parole che indicano rabbia, gioia, sollievo o tristezza. Lo studio e' il primo a dimostrare che le diverse informazioni emotive vengono rappresentate nel cervello da differenti segnali, uguali in tutti gli uomini. ''La corretta interpretazione dell'emozione espressa attraverso la voce - spiega Ethofer - e' molto importante soprattutto in un contesto come quello attuale, in cui i segnali emotivi visivi spesso non sono disponibili, come quando si parla al telefono''.

Precedenti studi avevano gia' analizzato il rapporto tra gli stimoli vocali-uditivi e le risposte delle diverse aree cerebrali, ''ma mentre i metodi convenzionali analizzano ogni punto nel cervello separatamente, con il nuovo studio abbiamo guardato al modello globale - spiega Ethofer -. Considerate la seguente analogia: se si dispone di un puzzle composto da pezzi in bianco e nero e si guarda ogni pezzo come a se' stante, e' difficile dire se i vari tasselli appartengono alla foto di una zebra o di una scacchiera, ma diventa relativamente facile se si mettono insieme i pezzi''.

Lo studio e' stato eseguito presentando ai volontari sottoposti all'esperimento diverse parole pronunciate con espressioni differenti - rabbia, tristezza, sollievo, gioia - e contemporaneamente scannerizzando la reazione dei loro cervelli attraverso la risonanza magnetica funzionale.

Nessun commento:

Lettori fissi

Visualizzazioni totali