mercoledì 10 giugno 2009

INFLUENZA SUINA: NUOVA INFLUENZA, VICINI ALLA PANDEMIA 25.292 CASI IN 73 PAESI, 139 I DECESSI. QUATTRO NUOVI CASI IN ITALIA, BILANCIO SALE A 54


L'influenza provocata dal virus A(H1N1), conosciuta come febbre suina, e' ormai ''veramente prossima alla pandemia'' mondiale. Lo ha detto oggi il numero due dell'Organizzazione Mondiale della Sanita', Keiji Fukuda, parlando nel corso di una conferenza telefonica. ''Non vogliamo che la gente sia presa da un panico eccessivo'', nel caso l'Oms decida di alzare a 6 il livello di allarme. L'Organizzazione ha comunque assicurato che gli Stati sono tutti in grado di fronteggiare il virus.

A livello internazionale i casi confermati di nuova influenza A/H1N1 secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanita' (OMS) e il Center of Disease Control (CDC) di Atlanta sono complessivamente 25.292 in 73 Paesi. I decessi sono 139.
In Messico il maggior numero di vittime, 106, a fronte di 5.717 persone contagiate. Negli Stati Uniti il maggior numero di contagi, 13.217 con 27 decessi. 3 i decessi in canada con 2.115 contagi, mentre 1 vittima si e' registrata in Costa Rica (68 i contagi accertati), e 1 nella Repubblica Dominicana (44 contagiati).
Nessuna vittima si segnala negli altri Paesi colpiti dal virus. Molti i contagi in Australia (1051), Regno Unito (557), Cile (411), Giappone (410), Spagna (291), Panama (179), Cina (108). In Italia 4 nuovi casi accertati oggi hanno portato il numero dei contagi a quota 54.
Il primo caso riguarda una donna di 32 anni, ritornata a Roma da New York il 3 giugno. La donna accusando sintomatologia influenzale si e' recata il 4 giugno in ospedale dove e' stata ricoverata. Attualmente e' stata dimessa e sta bene. Il secondo caso riguarda un uomo di 30 anni, ritornato a Roma da New York il 3 giugno. L'uomo ha avuto i primi sintomi influenzali il 4 giugno. Attualmente e' in isolamento domiciliare e sta bene. Il terzo caso riguarda un uomo di 26 anni, ritornato a Roma da New York il 3 giugno: ha avuto i primi sintomi influenzali il 4 giugno. Attualmente e' in isolamento domiciliare e sta bene. Il quarto caso riguarda una donna di 44 anni di ritorno in Toscana il 3 giugno da un viaggio negli Stati Uniti. La donna si e' recata subito in ospedale. Attualmente e' in isolamento domiciliare e sta bene.
Rimane sempre attivo nel nostro Paese il numero '1500' che fornisce ai cittadini informazioni ed aggiornamenti in merito alla nuova influenza. E' aperto dal lunedi' al venerdi' dalle ore 8.00 alle ore 18.00.

''Un'azione coordinata a livello europeo per quanto riguarda le strategie vaccinali e gli aspetti regolatori (autorizzazione centralizzata a livello europeo) anche per assicurare una rapida disponibilita' di un vaccino a costi contenuti'': l'ha chiesta il viceministro alla Salute, Ferruccio Fazio, intervenuto oggi al Consiglio dei Ministri della Salute dell'Unione Europea che si e' tenuto in Lussemburgo. Posizione sulla quale si e' giunti ad un sostanziale accordo tra tutti i Paesi dell'Unione. Il Consiglio e' stato dedicato all'approvazione di due raccomandazioni europee volte a migliorare l'azione dei Paesi dell'Unione Europea nel settore delle malattie rare e nel miglioramento della sicurezza dei pazienti in relazione alle malattie nosocomiali. Dopo l'approvazione delle Direttive il dibattito politico tra i Ministri della Salute si e' incentrato su tre punti principali: la proposta di direttiva europea per i servizi sanitari transfrontalieri; la situazione dell'epidemia influenza a H1/N1; le proposte di modifica delle direttive che regolano il settore farmaceutico per gli aspetti legati alla contraffazione, all'informazione ai pazienti e alla farmacovigilanza (pacchetto farmaceutico). Sul primo punto Fazio ha espresso la necessita' che la direttiva europea per i servizi sanitari transfrontalieri assicuri ai pazienti adeguati livelli di sicurezza e qualita' delle cure in strutture sanitarie operanti nell'ambito dei sistemi socio sanitari di altri stati membri.

LEGGI ANCHE:

INFLUENZA SUINA: nuova influenza, più di una varietà dell'A/H1N1

influenza suina: Un grande affare per le case farmaceutiche. La strana natura del virus. I piani di emergenza Usa

INFLUENZA SUINA: NUOVA INFLUENZA: CANADA, COMPLETATA PRIMA SEQUENZA GENETICA VIRUS
.

Nessun commento:

Lettori fissi

Visualizzazioni totali