lunedì 19 aprile 2010

dieta: NO A DIETE RIGIDE. MEGLIO PIU' CALORIE, MA CON ESERCIZIO FISICO


Meglio una dieta meno restrittiva accompagnata da un po' di movimento fisico che una dieta ferrea senza muovere un dito: a sostenerlo e' uno studio realizzato dagli studiosi dell'Oregon Health and Science University (Usa) e pubblicato sull'American Journal of Physiology - Regulatory, Integrative and Comparative Physiology, da cui emerge che un regime alimentare molto ristretto ma che non prevede un movimento fisico non garantisce buoni risultati in termini di dimagrimento. La perdita di peso e' invece pressoche' garantita con meno sacrificio - per quanto riguarda la diminuzione dell'introito calorico - se si effettua anche attivita' fisica.

Judy Cameron e la collega Elinor Sullivan hanno esaminato 18 scimmie macaco rhesus femmina. Sottoposte a una dieta ricca di grassi per diversi anni, le scimmie sono poi state guidate a una dieta con un 30% di riduzione di introito calorico.

Dopo due mesi di dieta rigida, ''sorprendentemente non abbiamo registrato alcuna significativa perdita di peso'', spiega Sullivan. Il gruppo di controllo e' stato invece nutrito con una dieta normale e addestrato a camminare su un tapis roulant: ''Ed e' stato il gruppo che ha perso peso.

Questa ricerca mostra che la dieta, da sola, puo' non causare dimagrimento - conclude Cameron -. Invece una dieta bilanciata abbinata a un esercizio fisico adeguato aiutano a raggiungere questo obiettivo''.

Nessun commento:

Lettori fissi

Visualizzazioni totali