mercoledì 21 aprile 2010

MALARIA: PROGRESSI NEL MONDO MA PER COMBATTERLA. SERVONO PIù FONDI

Aumento di dieci volte nel volume di finanziamenti per la lotta alla malaria (giunti l'anno scorso a 1,8 miliardi di dollari), incremento di cinque volte nella produzione globale di zanzariere trattate con insetticida - 150 milioni di pezzi prodotti nel 2009- e un aumento di ben 30 volte nella fornitura di farmaci antimalaraci basati sull'artemisina (ACT), con 160 milioni di dosi distribuite nello scorso anno. Sono le cifre dell'impegno del mondo con tro la malaria illustrate in un Rapporto presentato dall'Unicef alla vigila della Giornata Mondiale contro la Malaria.

''Ora che il 'Decennio per la lotta alla malaria' e' ormai prossimo alla conclusione, possiamo affermare che il 2010 sara' un punto di svolta per mettere sotto controllo questa malattia'', dichiara il Presidente dell'Unicef Italia Vincenzo Spadafora.

''Tra 257 giorni - ricorda - scadra' il termine stabilito dal Segretario Generale dell'ONU per il conseguimento della copertura universale della popolazione a rischio con tutte le misure antimalaria disponibili. Un rapporto di aggiornamento sui progressi compiuti in Africa rivela che alcuni Paesi hanno gia' iniziato il conteggio alla rovescia verso l'eliminazione della malaria, mentre altri sono in corsa per raggiungere gli obiettivi del 2010 che includono, oltre alla copertura universale, il dimezzamento delle morti per malaria''.

Il rapporto World Malaria Day 2010: Africa Update (Giornata mondiale per la lotta alla malaria 2010: aggiornamento sull'Africa) e' stato lanciato dall'UNICEF e dalla partnership ''Roll Back Malaria'' (RBM) ed evidenzia come i miglioramenti raggiunti in Africa siano parte di una tendenza positiva sempre piu' accelerata.

Progressi continui nella copertura stanno portando a riduzioni sensibili negli effetti della malaria in numerosi Paesi africani.

''Gli investimenti nel contrasto alla malaria stanno salvando vite umane e producendo benefici di lungo termine per gli Stati. Tuttavia, senza un flusso di finanziamenti costante e affidabile, il significativo contributo che la lotta alla malaria sta dando al conseguimento degli Obiettivi per lo Sviluppo del Millennio potrebbe essere vanificato'', afferma Coll Seck, Direttore generale della partnership Roll Back Malaria, ''oggi che possiamo contare approssimativamente su un terzo dei fondi che sarebbero necessari, i programmi di cooperazione sanitaria consentono di salvare la vita di un bambino ogni tre minuti. Un dato davvero positivo, non possiamo permetterci di ridurre i nostri sforzi''.

I dati presentati in questo rapporto confermano che dei 350 milioni di zanzariere trattate con insetticida che sarebbero necessari per raggiungere la copertura universale, circa 200 milioni sono stati ricevuti dai Paesi africani tra il 2007 e il 2009. Inoltre, gli Stati africani hanno adottato strategie di cura piu' efficaci ma anche piu' costose.

Tuttavia, la percentuale di bambini africani che vengono curati con farmaci ACT rimane molto bassa, e sono molto carenti i dati sull'uso dei test diagnostici.

Nessun commento:

Lettori fissi

Visualizzazioni totali