sabato 18 aprile 2009

co2 : Ambiente, l'americana Epa conferma: «I gas serra sono nocivi per la salute»

''I gas inquinanti nell'atmosfera rappresentano un rischio per la salute e per il benessere di questa e delle future generazioni''. Il rapporto dell'Agenzia per l'Ambiente americana apre di fatto la strada a probabili nuovi interventi legislativi da parte degli Stati Uniti. L'Epa rileva anche che ''i veicoli a motore contribuiscono al riscaldamento del clima'' e che i gas prodotti dalle attivita' dell'uomo sono ''con ogni probabilita''' la causa dell'effetto serra.
L'anidride carbonica è nociva per l'uomo: a ufficializzare la notizia è l'Environmental Protection Agency (EPA), l'Agenzia americana per l'Ambiente, che ha certificato che il gas CO2 emesso dalle fabbriche, dalle case e dalle automobili, dalle «attività dell'uomo» , rappresenta negli Stati Uniti un rischio per la salute delle persone.

Niente di nuovo da punto di vista scientifico, gli ambientalisti di tutto il mondo da anni sostengono che l'inquinamento fa male alla salute e che l'effetto serra è causato dalle emissioni delle fabbriche, delle case e delle automobili. Ma la certificazione di un organismo pubblico come l'Epa, che in tema di Ambiente, negli Stati Uniti, è l'istituto tenuto a vigilare in nome e per conto di tutti gli americani, ha un altro peso.
Il rapporto reso noto oggi rileva appunto che «i gas inquinanti presenti nell'atmosfera rappresentano un rischio per la salute umana e per il benessere di questa e delle future generazioni» e che «con ogni probabilità» l'effetto serra è causato dalle attività umane. Significa, nei fatti, produrre dal punto di vista politico un'incredibile base d'appoggio per qualsiasi misura possa ora varare la Casa Bianca a tutela della salute.
Il documento infatti non certifica solo che «l'inquinamento fa male», ma anche che «l'inquinamento è causato dall'uomo». Evidente l'invito a che si prendano dei provvedimenti, anche se l'Agenzia precisa che eventuali nuove regole non sono necessariamente da mettere in relazione al rapporto. Nei fatti, la relazione dell'EPA è la giustificazione "scientifica" che la Casa Bianca aspettava per varare una serie di riforme in tema di produzione e tutela dell'ambiente.

«La nostra scoperta - ha commentato l'amministratore dell'Epa, Lisa P. Jackson - conferma che l'inquinamento da emissioni di gas è un problema serio non solo per il presente, ma anche per il futuro». Si tratta dunque di prendere provvedimenti che inevitabilmente andranno a condizionare alla base gli attuali modelli di produzione industriale, così come quelli riguardanti il consumo energetico. Il presidente Obama non ha mai nascosto la sua sensibilità ambientalista. Anzi, la colloca tra le priorità della sua amministrazione, uno dei temi da affrontare subito e in concerto con partner e alleati, così come la crisi economica o la guerra in Afghanistan. Ma, tradotta in termini pratici, una riduzione delle emissioni significa andare inevitabilmente a modificare gli attuali modelli di consumo e di produzione. In nome, però, della salute delle persone.

Nessun commento:

Lettori fissi

Visualizzazioni totali