giovedì 7 maggio 2009

INFLUENZA SUINA : NUOVA INFLUENZA ,REGIONE, IN TOSCANA ALLERTA NON ALLARME


L'influenza A/H1N1 ha contagiato 2.099 persone in 23 Paesi e ha fatto 44 morti tra Messico e Stati Uniti. E' il nuovo bilancio dell'Organizzazione mondiale della sanita'.
L'Oms ha registrato 1.112 casi accertati in Messico, dove 42 persone sono decedute a causa del virus, mente negli Stati Uniti il bilancio resta invariato, con 642 casi, due dei quali mortali.
Il precedente bilancio, fornito ieri sera a Ginevra, parlava di 1.893 casi in 23 Paesi, tra cui 29 mortali in Messico.


Non esiste in Toscana una situazione di allarme per il nuovo virus influenzale A (H1N1). Occorre pero' non abbassare la guardia e profondere ogni sforzo per individuare possibili casi positivi, in modo da impedire il diffondersi della malattia. Questo il messaggio uscito stamani dalla commissione Sanita', in cui si e' svolta una comunicazione sull'argomento da parte del direttore generale del dipartimento Diritto alla salute Vinicio Biagi e della responsabile del settore Igiene pubblica della Giunta regionale Emanuela Balocchini. La Regione Toscana, che si e' attivata secondo i contenuti di una delibera sulla ''gestione dell'emergenza pandemica influenzale'' gia' approvata nel 2008, sta monitorando costantemente la situazione e mantiene rapporti quotidiani di raccordo e coordinamento con le autorita' centrali e con le Asl. La diagnosi dell'infezione viene fatta raccogliendo un tampone nasale o faringeo che e' inviato a uno dei laboratori di riferimento regionali operanti presso le Universita' di Pisa, Firenze e Siena. I campioni che risultano positivi per qualsiasi tipo di influenza A vengono inviati all'Istituto superiore di sanita', che e' l'unico in grado di accertare il caso di nuova influenza. Secondo il protocollo nazionale attualmente sono identificati negli aeroporti, segnalati alla regione e sottoposti a sorveglianza sanitaria tutti i soggetti di ritorno dal Messico. I soggetti sintomatici vengono isolati, gli studenti invece devono evitare il ritorno a scuola per 7 giorni indipendentemente dal fatto che siano sintomatici o meno. Ad oggi sono stati identificati 25 casi sospetti: di questi 21 sono risultati negativi agli accertamenti virologici, 2 sono risultati positivi per il nuovo virus (a Massa e a Firenze), uno aveva contratto un'influenza con un ceppo virale di vecchio tipo e un ulteriore caso, a Grosseto, e' in corso di accertamento. I 2 pazienti positivi hanno contratto una forma lievissima di malattia e, guariti, sono gia' stati dimessi dall'ospedale. I responsabili hanno poi chiarito che in Toscana ci sono scorte di farmaci antivirali (per il trattamento dell'influenza A/H1n1 si usano quelli a base di oseltamivir come il Tamiflu e di zanamivir come il Relenza) sufficienti a far fronte alla presente situazione: 600 cicli erano gia' stoccati e ulteriori 2000 cicli sono stati richiesti il 27 aprile e sono stati gia' consegnati.

LEGGI ANCHE:
influenza suina: Un grande affare per le case farmaceutiche. La strana natura del virus. I piani di emergenza Usa

INFLUENZA SUINA: NUOVA INFLUENZA: CANADA, COMPLETATA PRIMA SEQUENZA GENETICA VIRUS

Nessun commento:

Lettori fissi

Visualizzazioni totali