lunedì 18 maggio 2009

INFLUENZA SUINA:NUOVA INFLUENZA, PRIMA VITTIMA A NEW YORK


Un insegnante, vice preside di una scuola media del Queens a New York, e' morto ieri a causa del virus A/H1N1 dopo essere stato ricoverato in condizioni critiche pochi giorni fa. E' quanto riporta il New York Times sul suo sito web.
Si tratta del primo decesso nella Grande Mela, dove il virus si e' diffuso in alcune scuole da qualche settimana.
Per prevenire il contagio oggi non riapriranno undici scuole della citta', mentre cinque sono gia' state messe in quarantena.
Mitchell Wiener soffriva di ''problemi di salute precedenti'', aveva ricordato il sindaco Michael Bloomberg nel corso di una conferenza stampa lo scorso venerdi', chiedendo di ''pregare e rispettare la vita privata della famiglia''.
In Giappone intanto, il numero di casi accertati di influenza A/H1N1 e' salito a 129 dopo che un responsabile del comune di Kobe ha fatto sapere che 25 nuovi contagi sono stati registrati ieri nella citta'.
La situazione e' peggiorata rapidamente da sabato nelle due prefetture vicine di Osaka e Hyogo, dove si trova Kobe, con numerosi liceali dichiarati malati nonostante non fossero tornati dall'estero.
Le autorita' della prefettura di Osaka hanno ordinato la chiusura di tutti i college e licei per sette giorni, e quelle della prefettura di Hyogo hanno consigliato alle strutture scolastiche di chiudere.

Un gruppo di turisti stranieri che comprende italiani, americani, francesi, britannici e giapponesi, e' trattenuto in un hotel del Tibet nel timore che alcuni suoi membri siano portatori del virus dell'influenza A/H1N1. Lo ha reso noto uno dei viaggiatori, la francese Anna Husarka.
Il gruppo di 24 turisti e' stato portato in un albergo di Zhangmu, localita' nei pressi della frontiera nepalese, dopo che una di loro, un'italiana, ha accusato sintomi influenzali all'arrivo in Tibet.
''La maniera in cui sta venendo gestita la situazione e' totalmente inefficace'', ha accusato la turista in una telefonata all'Afp.
''Prima abbiamo dovuto attendere mezza giornata perche' l'ambulanza venisse a cercarci, poi ci hanno messo in questo albergo e abbiamo dovuto aspettare un giorno e mezzo l'arrivo di un medico'', ha spiegato.
''E l'unica cosa che ha fatto il medico e' stata prelevare il sangue all'italiana che aveva la febbre, per poi tornarsene a Lhasa'', la capitale del Tibet, ha aggiunto.
Il gruppo, venuto per una visita di otto giorni in Tibet, e' trattato bene, ha assicurato, e non ha mostrato alcun sintomo dell'influenza A/H1N1.
''Non rappresentiamo alcun pericolo, non abbiamo febbre'', ha detto, aggiungendo che ''le persone che ci tengono sotto controllo hanno tute bianche con maschere sulla bocca''.
''Fanno un grande show sulla maniera in cui si preoccupano delle frontiere, ma a nostre spese'', ha osservato, riferendosi alle autorita' cinesi, gia' accusate di eccessivo zelo nelle misure di prevenzione della malattia.
Husarka ha spiegato di non sapere per quanto tempo il suo gruppo dovra' restare nell'albergo.

Non accenna a diminuire l'espansione dei contagi da nuova influenza nel mondo. Ad oggi, secondo le ultime cifre dell'OMS, i paesi colpiti dal virus A(H1N1) sono 39 con 8480 casi di contagio. Il maggior numero negli Stati Uniti, 4714 con 4 decessi. Segue il messico con 2895 casi di infezione e 66 decessi. Il Canada ha riportao 496 casi di contagio e un decesso, in Costa Rica 9 contagi e 1 decesso. Negli altri Paesi coinvolti non sono state registrate vittime: Argentina (1 caso di contagio), Australia (1), Austria (1), Belgio (4), Brasile (8), Cina (5), Colombia (11), Cuba (3), Danimarca (1), Ecuador (1), El Salvador (4), Finlandia (2), Francia (14), Germania (14), Guatemala (3), India (1), Irlanda (1), Israele (7), Italia (9), Giappone (7), Malesia (2), Olanda (3), Nuova Zelanda (9), Norvegia (2), Panama (54), Peru (1), Polonia (1), Portogallo (1), Republic di Corea (3), Spagna (103), Svezia (3), Svizzera (1), Tailandia (2), Turchia (1), Regno Unito(82).

LEGGI ANCHE:

INFLUENZA SUINA: nuova influenza, più di una varietà dell'A/H1N1

influenza suina: Un grande affare per le case farmaceutiche. La strana natura del virus. I piani di emergenza Usa

INFLUENZA SUINA: NUOVA INFLUENZA: CANADA, COMPLETATA PRIMA SEQUENZA GENETICA VIRUS

Nessun commento:

Lettori fissi

Visualizzazioni totali