mercoledì 5 agosto 2009

influenza suina: nuova influenza, "La nuova Pandemia 2009-10" OPUSCOLO INFORMATIVO PER I MEDICI

Un opuscolo informativo destinato agli operatori del settore sanitario italiano in vista della pandemia di Influenza A. E' questa l'iniziativa lanciata dal presidente dell'Enpam (l'ente nazionale di previdenza e assistenza dei medici), Eolo Parodi, con l'intento di preparare e informare i professionisti del settore sanitario nazionale sul virus influenzale, che da mesi sta preoccupando i governi e gli organismi sanitari internazionali.

Il tutto in vista della possibile ondata influenzale che potrebbe interessare il nostro Paese dopo l'estate.

L'opuscolo nella parte iniziale fornisce un'informazione generale e di base sui vari virus influenzali in base alla loro struttura, organizzazione e classificazione.

Non mancano nemmeno riferimenti storici alle varie pandemie o influenze che hanno colpito il genere umano, partendo dalla ''spagnola'' fino all'influenza Aviaria. La seconda parte e' invece focalizza esclusivamente sull'influenza A considerandola ''una nuova tappa evolutiva dell'epidemiologia dell'influenza''.

''La nuova Pandemia 2009-10'', come e' chiamata nella guida dell'Enpam, viene analizzata a partire dalla sua origine e investigando sulle cause che l'hanno determinata.

Specifico riferimento viene poi fatto alla situazione italiana dove si spiega che il contenimento del virus potra' avvenire in autunno grazie al ''potenziamento dell'attivita' di sorveglianza epidemiologica da parte dei medici sentinella'' e ''all'allargamento dell'accertamento virologico''.

Da qui la considerazione che ''il Piano Nazionale e quelli Regionali di Preparazione e Risposta restano la guida base per affrontare la pandemia'' e che ''in questo periodo iniziale l'obiettivo principale e' quello di rallentare il piu' possibile la diffusione del virus al fine di spostare l'onda epidemica al periodo post-estivo, quando potrebbe essere disponibile un vaccino specifico per il virus pandemico''.

Una fase, quindi, di transizione e ''di relativa calma che deve essere utilizzata anche per un ''aggiornamento flash'' del personale sanitario e parasanitario, rinfrescando le loro conoscenze sull'evento pandemico e segnalando loro la difficile situazione in cui potremmo trovarci tra pochi mesi''.

Informazioni e spiegazioni che comunque non devono spingere all'allarmismo e al catastrofismo visto che, conclude l'Enpam: ''Di fronte ad un evento epocale, come una pandemia, dobbiamo essere consci che affrontarlo in un paese come l'Italia e' un privilegio rispetto a chi vive in altre parti del mondo. Dobbiamo anche ricordare che e' la prima volta che il genere umano (che rispetto all'ultima pandemia e' raddoppiato) affronta una pandemia influenzale con armi nuove, quali gli antivirali, un vaccino (in cantiere) e una predisposizione organizzata a livello mondiale, nazionale e regionale. Vi sono quindi le condizioni per affrontare quanto accadra', psicologicamente preparati e con spirito positivo''.

Nessun commento:

Lettori fissi

Visualizzazioni totali