venerdì 15 maggio 2009

CENTRALI NUCLEARi: GREENPEACE DIFFONDE MAPPE. POCHI TERRITORI ADATTI A CENTRALI intanto infuria la polemica anche sulle scorie

Se dovesse tornare il nucleare in Italia, sarebbero pochissimi i territori che potrebbero ospitare una centrale, considerando zone le sismiche, quelle a rischio alluvioni, quelle a rischio siccita', le coste in erosione e le citta' densamente popolate. Greenpeace, grazie all'analisi di tre importanti carte tematiche, svela perche' lo stivale e' assolutamente inadatto alle centrali nucleari. Dopo l'approvazione del DDL 1195 che da' sei mesi al governo per definire i criteri per la localizzazione dei siti nucleari, Greenpeace diffonde due ''carte nucleari'' ormai dimenticate: la carta del CNEN, che era la risultante di varie carte tematiche elaborate negli anni settanta e l'elaborazione GIS per la localizzazione del deposito nazionale per le scorie nucleari, elaborata dalla ''task force'' ad hoc del 1999-2000. ''Per capire dove potrebbero finire le nuove centrali nucleari - spiega Giuseppe Onufrio, direttore di Greenpeace - bisogna partire da queste carte e vedere con quali criteri verranno aggiornate. Un criterio e' quello sismico, un altro criterio e' quello della vulnerabilita' delle coste per i cambiamenti climatici''. ''Ma anche se la pericolosita' sismica non e' quella minima, Montalto di Castro, dove recentemente c'e' stata una visita di tecnici dell'azienda francese EDF, rimane un forte indiziato - aggiunge Onufrio - sia per la vicinanza al mare in una zona costiera a minor rischio climatico che per le condizioni della rete. Ci aspettiamo che la regione Lazio nel suo piano energetico escluda chiaramente questa possibilita'''. ''Continueremo ad opporci a questa sciagurata scelta del governo - conclude Onufrio - e a chiedere ai candidati alle prossime elezioni europee cosa pensano del ritorno al nucleare in Italia.

Intanto...
NUCLEARE: BELISARIO (IDV), GOVERNO RENDA NOTI SITI PRIMA DI EUROPEE
'Gli italiani hanno il sacrosanto diritto di sapere dal governo, prima delle elezioni del 6 e 7 giugno, se vicino la loro casa sara' costruita o meno una centrale nucleare''. Lo dichiara il senatore Felice Belisario, presidente del gruppo Italia dei Valori di palazzo Madama che aggiunge ''per questo chiediamo all'Esecutivo di abbandonare la politica degli annunci e venire a riferire immediatamente in Aula sulla localizzazione degli impianti di produzione elettrica nucleare e dei sistemi di stoccaggio dei rifiuti radioattivi''. ''Il governo scegliendo il nucleare di terza generazione anziche' le energie pulite, come il solare e l'eolico, ha fatto assumere al nostro Paese una posizione ormai superata dalla scienza e insensibile alle indicazioni che arrivano dall'Europa. Per questo - conclude Belisario - gli elettori presenteranno presto il conto''.

NUCLEARE: SCILIPOTI(IDV), DEPOSITO SCORIE PROBLEMA SENZA SOLUZIONE
''Tutte le perplessita' motivate al nucleare trovano empirica conferma negli ostacoli insormontabili allo stoccaggio rifiuti in America''.
Cosi' Domenico Scilipoti dell'Italia dei Valori sul ritorno alla politica energetica nucleare. ''L'attuale governo - prosegue il deputato IDV - sta propinando agli italiani la velenosa pillola del nucleare, vendendo una favola che se portata a termine lascera' in eredita' perpetui frutti nocivi . Tant'e' che mentre da noi si votano le ignobili misure del caso, per una strana ma significativa coincidenza, in America trova conferma l'impossibilita' di gestire le ingenti scorie radioattive. Esse, infatti, non potranno essere messe in sicurezza nemmeno nel sito Yucca Mountain del Nevada, che appariva, prima facie, sicuro''.
''La conservazione di lunga durata delle scorie - conclude Scilipoti - non e' un aspetto marginale della questione, rimane uno dei nodi piu' irrisolti a cui nessuno al momento e' in grado di porre rimedio, esponendo la collettivita' a danni alla salute ed al territorio. Considerazioni queste che evidentemente non trovano riscontro nella mente di chi e' gia' affaccendato a tirare le somme del nuovo business e dei nuovi profitti''.

ARTICOLI RECENTI CORRELATI:

CENTRALI NUCLEARI IN ITALIA ECCO I SITI PIù PROBABILI

Mappa del nucleare in Italia

scorie nucleari :Yucca Mountain a rischio deposito nucleare Usa

NUCLEARE: CENTRALI NUCLEARI IN ITALIA IL GOVERNO PERSEVERA NELLA FOLLIA ANTIECONOMICA

Chernobyl :Due esplosioni, una dietro l’altra, la notte del 26 aprile 1986

NUCLEARE: CENTRALI NUCLEARI IN ITALIA ? I futuri impianti atomici italiani sorgeranno accanto a quelli storici?

NUCLEARE : BASILICATA E' CONTRARIA

NUCLEARE: Chernobyl PARCO NATURALE DEGLI ORRORI PER ANIMALI ED INSETTI

NUCLEARE IN ITALIA ?

ENERGIA NUCLEARI: LE RAGIONI DEL SI....

Nucleare: Rubbia, futuro solo qui in ITALIA ...

NUCLEARE: FARA' AUMENTARE LE BOLLETTE

IL NUCLEARE DI TERZA GENERAZIONE è IL PIù PERICOLOSO

NUCLEARE: INTESA BERLUSCONI SARKOZY ....... a nome di chi???

NUCLEARE: REALACCI, CON DENARO ITALIANI BERLUSCONI FA REGALO A FRANCIA

NUCLEARE: REATTORI MOLTO PIU' SICURI ???

NUCLEARE: PIEMONTE :"INVESTIAMO SU ENERGIE RINNOVABILI"

nucleare : SARDEGNA NIENTE CENTRALI

NUCLEARE : LA TOSCANA DICE NO

Nessun commento:

Lettori fissi

Visualizzazioni totali