martedì 12 maggio 2009

INFLUENZA SUINA : NUOVA INFLUENZA, MIN. SALUTE, 9 CASI IN ITALIA, nel mondo i casi sono complessivamente almeno 4.942.E 53 DECESSI NEL MONDO


Nell'Ue sono stati confermati almeno 196 casi di nuova influenza da virus A/H1N1 e nel mondo i casi sono complessivamente almeno 4.942. Lo ha reso noto il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc). Il totale dei casi europei comprende: 2 casi in Norvegia, 2 in Svizzera, 95 in Spagna, 55 in Gb, 11 in Germania, 13 in Francia, 9 in Italia, 3 in Olanda, due in Norvegia, e uno rispettivamente in Austria, Danimarca, Irlanda, Polonia, Portogallo e Svizzera.

In Italia sono 9 i casi accertati di nuova influenza causata dal virus A/H1N1. Lo comunica l'ultimo bollettino aggiornato del Ministero della Salute specificando che il 2 maggio e' stato registrato un caso confermato in Toscana (Ospedale di Massa); il 3 maggio, un caso confermato nel Lazio (Ospedale Spallanzani di Roma); il 4 maggio, un caso confermato nel Lazio (Ospedale Spallanzani di Roma);il 4 maggio; un caso confermato nel Lazio (Ospedale Bambino Gesu' di Roma); il 5 maggio, un caso confermato in Toscana (Ospedale Careggi di Firenze); l'8 maggio, due casi confermati in Lombardia (Ospedale Sacco di Milano e Ospedale San Matteo di Pavia); l'8 maggio, un caso confermato nel Lazio (Ospedale Spallanzani di Roma) e il 9 maggio, un caso confermato nel Lazio (Ospedale Bambino Gesu') .

SCORTE ANTIVIRALI. Per quanto riguarda la situazione delle scorte di antivirali nel nostro PAESE si sottolinea che presso il Ministero sono stoccate quaranta milioni di dosi di farmaci antivirali. Piu' precisamente sono disponibili circa dieci milioni di dosi di farmaco Zanamivir (Relenza) e 60mila dosi di farmaco Oseltamivir (Tamiflu) pronte per l'assunzione.
Sono inoltre disponibili circa 30 milioni di dosi di Tamiflu sotto forma di polvere, per l'incapsulamento della quale e' stato dato mandato all'Istituto Chimico Farmaceutico Militare di Firenze che provvedera' all'incapsulamento di 70.000 dosi giornaliere.
Tale polvere, comunque, puo' essere assunta, in estrema emergenza, in soluzione liquida. Si ricorda, infine, che l'Italia dispone di un preciso Piano concordato con gli altri Stati dell'Unione Europea di preparazione e risposta ad un'eventuale pandemia influenzale.

Nessun commento:

Lettori fissi

Visualizzazioni totali