domenica 20 marzo 2011

INCIDENTI NUCLEARI : GIAPPONE FUKUSHIMA sale pressione in reattore n.3 Rischio rilascio vapore radiottivo.

La pressione nel serbatoio di contenimento del reattore n.3 della centrale nucleare di Fukushima e' in aumento. Il gestore dell'impianto aprira' le valvole per ridurre i livelli con un'operazione che potrebbe ''causare il rilascio di vapore radioattivo''. Sulla zona della centrale c'e' una leggera pioggia e in serata i venti si dirigeranno verso sudovest, e Tokyo e' 240 km a sud della centrale.


Ripristinata l’elettricità nel reattore 2

L’elettricità è stata ripristinata anche al reattore n2 della centrale di Fukushima 1. Li riferisce la Tepco, il gestore dell’impianto.


Tornata stabile la pressione nel reattore

La Tepco, il gestore della centrale nucleare di Fukushima 1, ha informato poco fa l’Agenzia per la sicurezza nucleare che «la pressione all’interno del reattore 3 si sta stabilizzando, in modo da non richiedere la necessità di nuova ventilazione per un pò di tempo». In questo modo, almeno per il momento, sarà possibile evitare il rilascio di vapore radioattivo. Alcune ore fa, l’Agenzia aveva detto che la pressione nel contenitore era in aumento e che Tepco avrebbe aperto le valvole al reattore nel tentativo di ridurre i livelli di pressione, con il potenziale rilascio di radioattività.

Tracce di radioattività su fave esportate a Taiwan

Tracce di radioattività sono state rilevate per la prima volta a Taiwan su delle fave importate dal Giappone. Lo dicono le autorità di Taipei.

Donna di 80 anni e un ragazzo trovati vivi

Una donna di 80 anni e un ragazzo di 16 sarebbero stati trovati vivi tra le macerie nella prefettura giapponese di Miyagi, oggi, a nove giorni dal terremoto che ha devastato il nordest del Giappone. Lo ha affermato la rete telvisigva NHk citando fonti della polizia. Ieri una notizia analoga, secondo la quale un ragazzo sui 20 anni era stato salvato si era rivelata falsa.

Radioattività nei cibi

Livelli di radioattività superiori alle norma sono stati rilevati su due campioni di spinaci e quattro di latte prodotti nei pressi della centrale nucleare di Fukushima. Lo ha detto il portavoce Yukio Edano in una conferenza stampa. Il portavoce ha aggiunto che un rapporto verrà diffuso nelle prossime ore dal ministero della sanità. I livelli di radioattività, ha precisato Edano, sono tali che anche un consumo continuato dei prodotti non provocherebbe danni all’ organismo umano. La vendita e la distribuzione dei prodotti sono state sospese e il governo deciderà domani se prendere altre misure, ha affermato.

Sale la pressione nel reattore 3

La pressione all’interno del serbatoio di contenimento del reattore n.3 della centrale nucleare di Fukushima è in aumento. Lo ha annunciato l’Agenzia per la sicurezza nucleare, secondo cui la Tepco, il gestore dell’impianto, si appresta ad aprire le valvole per ridurre i livelli di pressione con un’operazione che potrebbe «causare il rilascio di vapore radioattivo».

Oltre 20mila vittime

Si aggrava il bilancio di sisma e tsunami che l’11 marzo hanno devastato il Giappone: sulla base dei dati ufficiali forniti oggi dalla polizia nazionale, le vittime sono salite a 8.133 unità e i dispersi a 12.272. Il bilancio è destinato a diventare ancora più pesante perché, ad esempio, solo nella prefettura di Miyagi, la polizia locale ha detto di stimare più di 15.000 vittime. Il sisma di magnitudo 9, il più potente mai registrato in Giappone, ha provocato uno tsunami con onde superiori ai 10 metri di altezza che hanno fatto dell’11 marzo la giornata della sciagura più grave dopo il terremoto del 1923 nella regione del Kanto, quella di Tokyo, in cui morirono 142.000 persone. A tutto questo, poi, si aggiunge il rischio contaminazione per l’uscita di radiazioni dall’impianto nucleare di Fukushima n1, i cui 6 reattori sono da mettere tutti in sicurezza.
fonte: http://www.ilsecoloxix.it/p/mondo/2011/03/20/AOlUNsF-giappone_radioattivita_vittime.shtml

Nessun commento:

Lettori fissi

Visualizzazioni totali